Borreliosi cane: cause, sintomi e terapia per la malattia

La borreliosi del cane è una malattia cutanea causata dalle zecche, nota anche come malattia di Lyme. Ecco come prendersi cura di Fido quando la contrae

Home > Animali > Borreliosi cane: cause, sintomi e terapia per la malattia

Dopo un morso di zecca Fido ha contratto la borreliosi e adesso sei un po’ confusa? Non sai in cosa consiste e che cosa ta rischiando il tuo amico a quattro zampe?

Non temere, oggi cercheremo di capire in cosa consiste la borreliosi del cane, analizzando cause e sintomi e parlando delle terapie più comuni.

Borreliosi del cane: cos’è

La borreliosi o malattia di Lyme è una delle più comuni malattie contratte dai cani. Viene trasmessa dalle zecche e provoca sintomi solo nel 5-10% dei cani colpiti. Nello specifico, è causata da un batterio del gruppo borrelia burgdorferi .
borreliosi-cane
I cani più soggetti all’evoluzione della malattia sono i labrador, i golden retriever, gli shetland sheepdogs e i bernesi.  In linea di massima, inoltre, i  cani giovani sembrano essere più suscettibili alla malattia di Lyme rispetto ai cani più anziani.

Borreliosi del cane: i sintomi

Quando l’infezione diventa più grave e porta alla malattia vera e propria, la caratteristica clinica dominante è la zoppia ricorrente, che è causata dall’infiammazione delle articolazioni.

borreliosi-cane
Le articolazioni, appunto, si infiammano e possono apparire gonfie, calde e dolorose. Alcuni cani possono anche sviluppare problemi ai reni e manifestare segni come vomito, diarrea, mancanza di appetito, perdita di peso, aumento della minzione e sete eccessiva.

Tra gli altri sintomi si possono notare rigidità, sensibilità al tatto, respirazione difficoltosa e linfonodi gonfi. Per sicurezza ti converrà misurargli anche la febbre. Sono molto rare (fortunatamente) le complicanze cardiache e quelle legate al sistema nervoso.

Borreliosi del cane: diagnosi e cure

Dopo il morso della zecca e i primi segni di malessere dovrai portare Fido dal veterinario. Per darti la diagnosi corretta, quest’ultimo eseguirà una combinazione di esami del sangue, analisi delle urine, esami delle feci, raggi X e test specifici per la diagnosi della malattia di Lyme.

borreliosi-cane

Una volta certo della diagnosi, il veterinario ti darà il benestare per curare Fido a casa (a meno che le sue condizioni non siano davvero instabili). Probabilmente dovrai somministrargli della doxiciclina.

Si tratta dell’antibiotico più comune prescritto per la malattia di Lyme, che in genere deve essere assunto per quattro settimane. Il tuo veterinario può anche prescrivere un antinfiammatorio (o antidolorifico), in base alla quantità di dolore e disagio che sta provando Fido.

Sfortunatamente, il trattamento antibiotico non elimina completamente completamente l’infezione. I sintomi infatti possono risolversi e tornare in un secondo momento.

La malattia accompagnerà Fido per tutta la vita, ma non temere: ci si può convivere: basta portare il nostro amico a quattro zampe a controllo ogni sei mesi per evitare che la situazione degeneri.