Bruno, il randagio di Pachino

La storia di Bruno, il randagio trovato senza vita a Pachino

Home > Animali > Bruno, il randagio di Pachino

La triste storia è accaduta la scorsa mattina a Pachino, dove un povero cane è stato trovato senza vita. Qualche mente malata ha ucciso Bruno, un randagio, impiccandolo. Tutti lo conoscevano, era dolce e socievole, si avvicinava agli abitanti, per farsi coccolare. Il suo ritrovamento ha indignato tutta l’Italia e adesso si pretende l’intervento del sindaco di Pachino, affinché scopra chi sia stato a compiere il crudele gesto e prenda dei seri provvedimenti.

A trovare il povero cane è stato un residente del posto, che davanti quella scena da film horror, ha subito chiamato le forze dell’ordine. Gli agenti, gli animalisti e anche il personale dell’Asl, stanno indagando sulla scena per scoprire quanto più possibile. L’unica cosa che le telecamere hanno rivelato, è che chiunque sia stato, ha organizzato l’uccisione di Bruno nei minimi dettagli. L’episodio si è rapidamente diffuso sui social network, tanto che è stato creato anche un gruppo chiamato “giustizia per Bruno”, in cui gli utenti pretendono giustizia. Purtroppo Bruno era un randagio, non aveva un microchip, ma era buono e non dava fastidio a nessuno. “Un gesto brutale, abbiamo segnalato quanto accaduto alle forze dell’ordine e ci auguriamo possa essere ricostruita la vicenda in tutti i suoi aspetti”, le parole del sindaco sindaco e dell’assessore Santina Baglivo. Quest’ultimo ha anche dichiarato che, per quanto lo riguarda, la morte di un animale, o meglio l’uccisione, non è diversa da quella umana. Chiunque sia stato a compiere il brutale gesto, sarà considerato un criminale e pagherà per l’omicidio.

Purtroppo le vere bestie siamo noi e sapere che si riesce davvero ad arrivare a tanto, ci fa paura!

Bruno ci ricorda un po’ la storia di Angelo, il cane di Sangineto che porteremo sempre nel cuore.

La comunità di Pachino si sta mobilitando, tutti si sono uniti e insieme scopriranno la verità. Per dimostrare l’impegno e la determinazione. sarà inaugurato un canile, che ospiterà i nostri amici a quattro zampe e darà loro sicurezza.

Leggete anche: Non riescono a capire cosa abbia il cane, fino a quando i bambini del vicinato non confessano