Cucciolo di cane abbandonato in una scatola di cartone

Cucciolo di cane abbandonato in una scatola di cartone, la storia di Harvest

La storia di Harvest è molto commovente

Questa è la storia di Harvest, un cucciolo di cane abbandonato in una scatola di cartone dal suo proprietario, che non è mai più tornato indietro per recuperarla. La storia di Harvest è davvero commovente. Anche perché, una volta recuperata e salvata, la dolce cagnolina non ne voleva sapere di lasciare quel contenitore.

Cucciolo di cane abbandonato in una scatola di cartone

Quando hanno trovato Harvest aveva solo 10 mesi. Aveva trascorso tutta la notte in una scatola di cartone. I suoi proprietari l’avevano lasciata in un quartiere residenziale. Era molto affezionata a quella scatola, perché era l’ultimo legame con la sua precedente famiglia.

A individuarla una donna in una caldissima giornata estiva. La cagnolina, nonostante il salvataggio, non e ha voluto sapere di lasciare quella scatola, nemmeno per avere acqua o cibo o per togliersi da sotto il sole cocente:

Patti Dawson, presidente di Dallas Dog, racconta:

Non si è mai mossa dalla scatola. Stava solo aspettando che qualcuno tornasse.

Chi ha salvato Harvest ha dovuto prenderla con tutta la scatola. E per tutto il tragitto verso il rifugio, ha sempre cercato riparo lì dentro. Gli agenti del controllo animali temevano che potesse avere una forma di paralisi, ma non era così, era solo legata a quella scatola.

I volontari del rifugio dove è stata ospitata hanno deciso di lasciarla dentro la sua gabbia, perché la scatola di cartone era un po’ come la sua coperta di Linus. Era terrorizzata:

Di lei potevi vedere solo le sue spalle e il suo corpo tremare per la paura.

Cucciolo di cane abbandonato in una scatola di cartone, la sua copertina di Linus

Due settimane dopo il salvataggio, una famiglia ha adottato Harvest, andando a vivere in una casa con altri cani. Ora è tranquilla, piena di vita e adora trascorrere ore sul divano davanti alla televisione.

Le ci è voluta circa una settimana prima che si aprisse davvero, e da allora non ha rallentato né guardato indietro.