Emerso misterioso invertebrato, mai visto prima, da un blocco di ambra

Trovato nuovo misterioso animale in un blocco d'ambra: "mai visto nulla del genere fino ad ora. Non sembra avere discendenti".

Home > Animali > Emerso misterioso invertebrato, mai visto prima, da un blocco di ambra

L’episodio si è verificato nella Repubblica Dominicana, precisamente ai Caraibi. È stato ritrovato un blocco di ambra fossile, di circa 30 milioni di anni fa. Ea questo blocco è emerso un animale totalmente sconosciuto. Si tratta di un piccolo invertebrato mai classificato prima. Gli scienziati, dopo averlo studiato ed esaminato, hanno capito che si nutriva di piccoli funghi. Hanno deciso di chiamarlo maiale della muffa.

L’invertebrato somiglia molto ai tardigradi e agli acari, i tanto odiati parassiti. A differenza loro però, nonostante la somiglianza sia molta,, non ha nessuna caratteristica che possa collocarlo sotto qualche antenato. La sua famiglia non era ancora nota agli scienziati. A quanto sembrerebbe, al giorno d’oggi non ci sono suoi eredi.

Il nuovo animaletto, si presenta con 8 zampe ed una corporatura molto robusta. A fare la nota scoperta è stato un paleobiologo ed entomologo George Poinar Jr. della Oregon State University.

“I maialini della muffa non possono essere collocati in nessun gruppo di invertebrati attualmente esistenti. Condividono delle caratteristiche con i tardiogradi e con gli acari, ma non appartengono a nessuno dei due gruppi”, ha dichiarato Poinar

L’esperto ha dedicato la maggior parte della sua vita a studiare gli antichi reperti, scoprendo i fossili degli animali.

Dopo il ritrovamento del blocco d’ambra, insieme ad una sua collega, ha studiato quel piccolo organismo, concentrandosi sulle sue fasi di sviluppo e sul suo nutrimento. I due hanno scoperto che si nutriva principalmente di funghi ma che mangiava anche gli altri piccoli invertebrati.

“Basato su ciò che sappiamo sui micro invertebrati esistenti ed estinti, questo maialino della muffa sembra rappresentare un nuovo phylum. Non sappiamo a quale epoca risale, quando è nato, quanto ha vissuto o se al giorno di oggi ci sono dei suoi discendenti”, ha concluso l’esperto.

Potete leggere anche: TREVISO, cane di famiglia ritrovato impallinato in un fossato