Festival della carne di cane del 2021

Festival della carne di cane del 2021, decine di animali salvati dalla morte

Il Festival della carne di cane del 2021 non ha più ragione di esistere

Il Festival della carne di cane del 2021 ha visto tante brutte storie raccontate. Purtroppo questa è una piaga ancora dura da combattere, per una cultura che difficile da mandare mia. Ci sono tantissime associazioni e volontari che ogni anno cercano di strappare decine di animali salvandoli dalla morte. Come è accaduto anche di recente.

Cuccioli salvati dalla morte

Le organizzazioni dedicate al salvataggio e alla protezione della vita di ogni creatura lavorano duramente per aiutare poveri animali in difficoltà. Come l’associazione di cui raccontiamo oggi per tentare di trare in salvo dei cani minacciati di morte certa nei macelli di tutta la Cina.

China Rescue Dogs libera i cani che sono finiti nel commercio di carne di sane, da persone prive di scrupoli. Questo lavoro viene svolto in collaborazione con i volontari di base negli Stati Uniti: vengono salvati nel territorio cinese e poi riabilitati, prima di essere dati in adozione negli Stati Uniti d’America.

Durante la pandemia le cose sono state rese più difficili perché c’erano molte, troppe restrizioni tra i diversi paesi. Da qualche mese l’arrivo dei pelosi negli USA non è più possibile. Ma i volontari non si sono certo persi d’animo.

Per China Rescue Dogs è stata una sfida ancora maggiore, visto l’avvicinarsi dello Yulin Dog Meat Festival in Cina, in programma il 21 giugno. Il Festival perde sempre più popolarità, ma ci sono molte minacce reali e cuccioli in difficoltà che hanno bisogno di aiuto.

Festival della carne di cane del 2021

Festival della carne di cane del 2021, salvataggi difficili da affrontare

Jill Stewart, presidente e fondatrice di China Rescue Dogs, insieme agli altri membri del consiglio di amministrazione, hanno trasferito le operazioni a Vancouver, in Canada. I cani salvati arrivano qui e poi vanno negli USA dalle nuove famiglie per sempre.

Prima abbiamo portato i cani a Vancouver, dove hanno sdoganato la dogana canadese. I cani viaggiano poi in furgoni merci, attraverso il confine a Blaine, per passare attraverso la dogana degli Stati Uniti.D a lì guidiamo verso i soccorsi a Seattle, dove i cani trascorrono la notte in una spa per animali prima di volare in Alaska. Il giorno dopo incontrano le loro nuove famiglie.