Husky piange

Husky trascinato per km da un’auto, dopo essere stato agganciato alla portiera

Cosa è successo al povero cucciolo?

Un cane di razza Husky è stato trascinato da un’auto nella giornata del 26 maggio scorso. Purtroppo è stato agganciato alla portiera di un’auto con il guinzaglio. A quanto pare un uomo lo ha volutamente messo in quella condizione di pericolo, in una zona periferica di Brugine, in provincia di Padova. Dopo molte segnalazioni, sono intervenuti i Carabinieri del 112.

husky

Un uomo si è messo a guidare la sua Renault Clio in una zona periferica di Brugine, comune in provincia di Padova, in Veneto. Il 68enne che abita nella zona ha deciso di attaccare un cane maschio di razza Husky con il guinzaglio alla portiera dell’auto. Non si sa perché lo abbia fatto, ma ha rischiato di uccidere l’animale.

Il terribile fatto ha avuto luogo nella giornata di giovedì 26 maggio, intorno alle ore 16 del pomeriggio. L’uomo ha prima agganciato l’animale con il guinzaglio ben stretto alla portiera chiusa. E poi lo ha trascinato in strada per molti chilometri, mettendo a rischio la sua vita.

L’allarme è stato lanciato prima da un ciclista che ha notato la scena anomala. E poi anche da un automobilista. Dopo aver chiamato il 112, i due uomini hanno cercato di fermare l’uomo alla guida della macchina, nel tentativo di far terminare quella crudeltà nei confronti dell’animale.

Una pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Ponte San Nicolò ha prontamente risposto alla chiamata, intervenendo sul posto. Il cane ha riportato molte ferite durante questo gesto terribile. Ma per fortuna non è in pericolo di vita. Ora è stato affidato alle cure di un veterinario.

poliziotto-salva-un-cane-ma-alla-fine

Husky trascinato per km da un’auto, l’uomo è stato a lungo ascoltato dai Carabinieri

I Carabinieri hanno accompagnato l’uomo in Caserma per tutte le formalità di rito. E lo hanno denunciato per maltrattamenti di animali: dovrà anche pagare una multa di migliaia di euro.

Il 68enne del posto ha detto che il cane non aveva voglia di camminare e per questo motivo lo aveva legato all’auto, ben stretto alla portiera, per farlo muovere.