Il salvataggio della piccola Lilly

A volte, la strada più facile, è quella di lasciarsi andare. Altre volte, è quella della speranza...

Home > Animali > Il salvataggio della piccola Lilly

Molto spesso vi abbiamo parlato dell’Animal Aid. Questo perché è una delle più note associazioni al mondo, che ogni anno salva centinaia di animali maltrattati, abbandonati, abusati e regala loro una seconda possibilità. Oggi vogliamo raccontarvi del meraviglioso salvataggio di Lilly. Un passante ha notato la povera cagnolina in fin di vita ed ha subito chiamato i volontari, che come sempre si sono precipitati sul posto, per verificare la situazione.

Lilly era sdraiata a terra, accanto ad una scatola di cartone e riusciva malapena a respirare. La piccola non voleva più soffrire ed aveva deciso di prendere la strada più facile, quella del ponte dell’arcobaleno. I ragazzi sapevano che probabilmente, viste le sue condizioni, non aveva molte probabilità di sopravvivere, ma decisero di tentare lo stesso. Dopo aver delicatamente preso la cagnolina, si sono recati subito alla clinica veterinaria più vicina. Qui il team medico si è mobilitato subito per reidratarla e per somministrarle una cura endovenosa. Fortunatamente il suo corpo ha assorbito tutti i liquidi di cui aveva bisogno e Lilly è riuscita ad arrivare al giorno successivo. In sole 24 ore, questa piccola guerriera pelosa, ha mostrato dei progressi che nessuno, in quella clinica, si sarebbe mai anche solo immaginato! Dal giorno del suo ritrovamento ad oggi, è passato diverso tempo e noi siamo felici di dirvi che Lilly sta bene! Si trova nel rifugio dell’Animal Aid, quotidianamente circondata dall’amore di questi angeli. Quando i ragazzi saranno sicuri che la cagnolina sia pronta e in grado di affrontare di nuovo la vita, le cercheranno una vera famiglia, persone che non permetteranno mai più che soffra, fino all’ultimo giorno della sua vita!

Questo è il video della sua storia:

Un grazie immenso va all’Animal Aid e a quello che fa ogni giorno, per i nostri amici animali!

Buona fortuna Lilly!

Leggete anche: Un meraviglioso salvataggio dell’Animal Aid