A chi viene affidato il cane in caso di separazione

In caso di separazione, a chi viene affidato il cane?

Se mi separo dal mio compagno, a chi viene affidato il nostro cane? Esiste una legge a tutela degli animali?

A chi viene affidato il cane in caso di separazione? Questa è una domanda che preoccupa molte delle coppie di amanti di animali, perché una cane non è poi così diverso da un figlio. Un cane è un membro della famiglia a tutti gli effetti e dover separarsi dal proprio/a compagno/a vuol dire cambiare casa, cambiare le proprie abitudini, stravolgere la propria vita.

In molti si domandano se esista una legge che tuteli gli animali in caso di divorzio e separazioni. La risposta è no, ma c’è una proposta di legge che giace da diverso tempo in Parlamento e che ha proprio l’obiettivo di tutelare gli amici a quattro zampe.

A chi viene affidato il cane in caso di separazione
Credit: pixabay.com

Allora come bisogna comportarsi? Quando una coppia si separa, è loro responsabilità garantire il benessere dell’animale e usare il buonsenso nelle decisioni. Il cane, così come il gatto, dovrebbe rimanere a vivere in casa con uno dei due proprietari e magari l’altro potrebbe vederlo a giorni stabiliti della settimana, portarlo a casa sua, al parco o a fare una passeggiata. E naturalmente dovrebbe aiutare l’altro con le spese di mantenimento (spese veterinarie e per l’acquisto di cibo). Insomma, i due ex coniugi devono accordarsi e decidere come fare.

Qualora non si arrivi ad un accordo pacifico, è possibile rivolgersi ad un giudice, ma bisogna tenere presente che quest’ultimo non è obbligato a decidere la sorte del cane, proprio perché non esiste una legge a riguardo.

Come decide il giudice a chi viene affidato il cane?

A chi viene affidato il cane in caso di separazione
Credit: pixabay.com

Come farà il giudice a decidere? Solitamente, come si fa con i bambini, si valuta la situazione di entrambi i proprietari. Situazione economica, ma anche precedenti penali. E nel caso in cui la coppia abbia dei figli, il giudice valuterà sicuramente il benessere dei bambini e il rapporto che hanno con gli amici a quattro zampe. Come ben sappiamo, un cane comporta benefici nella crescita dei più piccoli e questa non è una cosa da sottovalutare.

La nuova proposta di legge

Credit video: Officina Lex | Studio Legale Bartoletti Ascenzi – YouTube

La nuova proposta di legge a tutela degli amici a quattro zampe, prevede per l’appunto, l’intervento del giudice in caso di separazione e mancato accordo, indipendentemente dall’intestatario del microchip.

A chi viene affidato il cane in caso di separazione
Credit: pixabay.com

Il Tribunale potrà decidere quale dei due genitori avrà l’affidamento del cane, basandosi su chi gli garantirà il miglior benessere.