La storia di Jimmy e Boots

Jimmy e Boots, un’amicizia messa in pericolo da una donna molto perfida

Una donna si era offerta di badare a Boots nelle ore in cui Jimmy lavorava, ma in realtà voleva venderlo e guadagnare soldi sporchi

La storia che vogliamo raccontarvi oggi ha come protagonisti un uomo di nome Jimmy Nicholos e il suo cucciolo di nome Boots. Jimmy vive come senza tetto da qualche tempo e l’unica ragione che lo spinge ad andare avanti, è proprio l’amore per il suo amico a quattro zampe. Tutto si è complicato, un giorno, quando il cagnolino è scomparso nel nulla.

La storia di Jimmy e Boots

Jimmy non ha avuto una vita facile. Per via di diversi avvenimenti tristi nella sua esistenza, si è ritrovato a vivere per strada, senza una casa dove poter stare. Tutto ciò avrebbe buttato giù chiunque, ma non lui, poiché ha sempre potuto contare su un amico davvero speciale, il dolcissimo Boots.

Jimmy, nonostante non abbia una casa, lavora part time presso un negozio di antiquariato. Lo shop si trova a Sherman Oaks, un quartiere fuori Los Angeles, e si chiama START Rescue Resale Store.

L’operato di questo negozio è molto nobile. Oltre ad effettuare un enorme lavoro in termini di riciclo di qualsiasi oggetto, destina ogni ricavo all’aiuto dei cagnolini meno fortunati.

Il negozio è frequentato ogni giorno da tantissimi clienti. Molti di loro entrano in confidenza con Jimmy e con gli altri impiegati, fino a stringere con loro anche delle belle amicizie.

Proprio per questo motivo, quando una donna ha detto a Jimmy che avrebbe potuto badare al suo cagnolino durate il suo orario di lavoro, lui non ci ha pensato due volte ed ha accettato l’offerta.

Boots sparisce nel nulla

La storia di Jimmy e Boots

Qualche ora dopo, la donna è tornata al negozio, ha avvicinato Jimmy e gli ha detto che il suo cucciolo era scomparso nel nulla. Si trovavano al parco e all’improvviso non lo ha visto più.

Naturalmente, questa notizia ha letteralmente frantumato il cuore del povero Jimmy. Boots era tutta la sua vita e temeva di non rivederlo mai più.

Vedendo il proprio dipendente così devastato, la titolare del negozio ha deciso di dargli una mano. Ha fatto stampare dei volantini, lo ha accompagnato dalla Polizia per sporgere denuncia ed ha perfino contattato i media locali per mandare un servizio in tv.

La storia di Jimmy e Boots

Proprio dopo quello spot in televisione, Jimmy ha ricevuto una telefonata da un uomo che diceva di sapere dove fosse il suo cucciolo.

Quella donna, in realtà, non aveva perso il cucciolo, ma lo aveva rubato per poi venderlo e fare guadagni sporchi.