La storia di Cooper, troppo diverso per essere amato

Cooper è nato con la spina dorsale corta e i suoi allevatori hanno deciso di gettarlo via

Home > Animali > La storia di Cooper, troppo diverso per essere amato

Lo scorso 2017, un gruppo di soccorritori ha trovato, mentre girovagava spaventato per i boschi, un cane di nome Cooper. L’animale, oltre ad essere denutrito ed impaurito, aveva dei lividi sulla maggior parte del suo corpo e poteva a malapena andare in bagno, senza provare un lacerante dolore. Non era un comune cane, non poteva mangiare dal solo, il povero animale aveva qualcosa di diverso… eccolo qui:

Cooper è nato con la Sindrome della colonna vertebrale corta. E’ come e la sua schiena e il suo collo, fossero fusi. A guardarlo così, sembra come se non avesse il collo e in un certo senso è così, perché se Cooper vuole voltarsi, per vedere cosa accade dietro di lui, deve ruotare l’intero corpo. Sono in tutto trenta i cani, nel mondo, affetti da questa sindrome. Cooper è uscito difettoso, quindi quando i suoi allevatori hanno visto che non era “buono”, hanno pensato di abbandonarlo al suo triste destino. Il cagnolone però, è riuscito a sopravvivere, finché questi angeli non hanno incrociato il suo cammino. Una vota acquistato la sua fiducia, i soccorritori lo hanno portato al Secondhand Hounds, un rifugio per animali bisognosi, senza scopo di lucro. Da quel momento si sono presi quotidianamente cura di lui, consapevoli che nessuno, vista la sua condizione, l’avrebbe mai adottato, ma invece, si sbagliavano… è stato mandato in stallo da Elly Keegan, in attesa di proposte di adozione, ma la donna se ne innamorò perdutamente. Quando arrivò una proposta per l’adozione di Cooper, che nessuno si aspettava, Elly capì quanto fosse difficile separarsi da lui e alla fine propose di adottarlo lei stessa, in modo definitivo, firmando ogni carta necessaria.

Oggi è con lei che Cooper vive, felice e amato.

Guardatelo nel video di seguito (l’altro cane, il pastore tedesco, che vedete si chiama Quasimodo ed ha la stessa sindrome. Anche lui è stato abbandonato):

Un cane diverso, sa amare quanto un cane normale!

Leggete anche: La storia della povera Sassy