La storia di Rudolph, il cane miracolato

Rudolph avrebbe dovuto addormentarsi per sempre, ma la vita aveva altri piani per lui

Home > Animali > La storia di Rudolph, il cane miracolato

Vi abbiamo più volte spiegato, che purtroppo, in diverse parti del mondo, nei rifugi c’è il problema dell’affollamento degli animali. Per questo motivo, gli operatori delle strutture, sono costretti, per far spazio ad altri cuccioli, ad abbattere i così detti “cani o gatti “non adottabili”. Questi ultimi sono quelli che nessuno, dopo un tempo stabilito, adotta. Sono anziani, malati, asociali o con disabilità. Ma la storia che vi raccontiamo oggi, è una di quelle straordinarie ed ha come protagonista un cane di nome Rudolph.

Tutto è iniziato in un rifugio dell’ Oklahoma, dove Rudolph, un mix pitbull labroamericano di 8 mesi, era stato abbandonato. Dopo “troppo tempo” di permanenza in quel freddo box, nessuno lo ha mai degnato di uno sguardo e il veterinario della struttura ha deciso di procedere con l’eutanasia. Voi credete nei miracoli? Rudolph se ne stava nel suo studio, consapevole del suo destino già segnato. Il veterinario ha preparato l’occorrente e poi si è mobilitato per fargli la fatale iniezione. Il povero cane è stato lasciato nella stanza, nell’attesa che la morte arrivasse a prenderlo, ma quando i volontari sono tornati da lui, sono rimasti scioccati nel vedere che Rudolph fosse ancora vivo! Non si sa per quale motivo, ma l’eutanasia non aveva fatto effetto! Il veterinario non se l’è sentita di provarci una seconda volta e ha deciso di far trasferire il cane in un’altra struttura, il King’s Harvest Pet Rescue No Kill, che dal nome “No Kill”, potete capire che è una di quelle associazioni contro l’abbattimento degli animali. La sua storia ha fatto il giro del mondo in pochissimi giorni.

Rudolph è diventato famoso come il “cane miracolato”. “Ma Dio ha avuto un piano diverso perché il cucciolo si è svegliato”, si legge nel post di Facebook pubblicato dai volontari del rifugio.

Da quel momento le richieste di adozione sono iniziate ad arrivare come la pioggia e oggi Rudolph ha trovato una famiglia amorevole che si prende quotidianamente cura di lui!

Una storia meravigliosa che di certo non dimenticheremo facilmente! Quando il destino è scritto, non c’è nulla che noi possiamo fare per cambiarlo! Buona vita Rudolph!

Leggete anche: Il salvataggio del cane lasciato legato ad un albero