L’ultimo saluto tra Chief e Bill

Doveva salutarlo e in quel momento nulla era più importante: "mi chiamo Nina, ho 12 anni e non ne ho potuto farne a meno"

Home > Animali > L’ultimo saluto tra Chief e Bill

Questa immagine, negli ultimi giorni, è stata condivisa nelle bacheche di migliaia di utenti del mondo dei social network. Non è difficile capire il motivo, ci si commuove soltanto guardandola. Un cane che, davanti la bara del suo defunto proprietario, gli dice addio. Con le zampe anteriori, si innalza per guardarlo e salutarlo un ultima volta…

L’immagine arriva direttamente da Canton, in Ohio. Una ragazzina di soli dodici anni, di nome Nina, nipote dell’uomo nella bara, quando ha visto la reazione dell’animale, ha deciso di immortalare il commovente momento e di pubblicarlo poi sui social network. Non avrebbe mai immaginato, che nel giro di pochi giorni, la foto si sarebbe viralizzata in questo modo e avrebbe poi fatto il giro del mondo. La ragazzina ha deciso, in seguito, di raccontare un po’ di più sul dolce cagnolone, dopo la richiesta di centinaia di persone! Il suo nome è Chief ed è stato adottato dai suoi nonni molti anni fa. Bill, il nome dell’uomo defunto e Chief, hanno subito instaurato un bellissimo rapporto d’amicizia, ma purtroppo l’uomo è venuto a mancare lo scorso 8 aprile. La donna che tiene il cane al guinzaglio, nella foto, è nonna Anne. Nina ha poi raccontato che il dolce cagnolone, ha salutato il suo papà umano con un’ultima “leccatina all’orecchio”. “Non solo, come potrei dimenticarlo. Ha poi poggiato la sua testa sulla sua spalla ed è rimasto così per un po’. Non c’era nulla di più importante, in quel momento, del dirgli addio”, ha raccontato, commossa. Non è la prima volta che vediamo una reazione del genere, di un cane davanti la morte del suo proprietario.

Ed anche questa volta, un cane ci insegna il vero significato dell’amicizia, della fedeltà e dell’amore.

Ci insegna che il valore di un legame vero, anche dopo la morte.

Una lezione che ognuno di noi dovrebbe custodire per il resto della propria vita!

Leggete anche: Il gesto di Serse per il suo amico umano