Nessuno le aveva dato speranza, ma Starfish sorprende tutti

Starfish era stata condannata all'eutanasia, l'unica soluzione possibile, ma poi è successo qualcosa di incredibile

Home > Animali > Nessuno le aveva dato speranza, ma Starfish sorprende tutti

La storia di Starfish. Vedere il nostro cane soffrire, ci spezza il cuore. Quando Fido si ammala, noi gli rimaniamo accanto proprio come faremmo con un membro della nostra famiglia. Spesso, però, il veterinario ci rende consapevoli, che l’unica soluzione per mettere fine alle sue sofferenze, quando si arriva al punto in cui non c’è più nulla da fare, è l’eutanasia.

Una parola che ognuno di noi odia! Il cane femmina che vedete in queste foto, si chiama Starfish, ed è stata trovata da alcuni soccorritori, abbandonata in una piccola scatola, con le zampe piegate su se stesse. Era stata investita e, quando è stata portata dal veterinario, quest’ultimo ha subito capito che non c’era nulla da fare per salvarla. Non era giusto farla vivere con quell’atroce sofferenza, l’iniezione fatale era davvero l’unica opzione sensata. Poco prima dell’eutanasia, però, uno dei volontari che l’aveva trovata, decise di fermare il tutto, lui voleva una seconda opinione, da un altro veterinario, non aveva alcuna intenzione di rassegnarsi! Così ha preso Starfish e l’ha portata da un altro veterinario. Dopo diversi esami e dopo aver preso in considerazione ogni tipo di cura, il medico arrivò ad una diagnosi: la cagnolina aveva la Sindrome Swimmer Puppy. Starfish non era stata investita, ma era nata così ed era proprio il motivo del suo abbandono! Non aveva dolore fisico, semplicemente non poteva camminare. Aveva bisogno di cure e attenzioni costanti, per cercare di migliorare la sua situazione, ma il suo destino non era affatto segnato! Dopo diversi giorni di permanenza nel rifugio, alcune persone che si erano recate lì con l’intento di adottare un cucciolo, alla vista di Starfish, si sono completamente innamorate di lei.

I volontari li hanno subito messi al corrente della sua diversità: “non potete pretendere di trattarlo come un cane normale. Non potete nemmeno prenderlo in braccio come fareste con qualunque altro cucciolo. Dovete essere consapevoli di questo.” 

Ma a quella famiglia non importava, hanno firmato subito i documenti e hanno portato la cucciola a casa. Da quel momento hanno dedicato le loro vite a lei. E la cosa più bella, è che non c’è stato un solo secondo in cui non l’abbiano supportata nella riabilitazione.

Starfish si è mostrata un guerriera, oggi prova ogni giorno a mettersi in piedi e quando crolla, lei ci prova ancora!

“La sua determinazione è incredibile, siamo orgogliosi di averla nella nostra vita”, hanno dichiarato i suoi amici umani.

Di seguito potete vederla oggi e vedere tutti i progressi che ha fatto:

Meravigliosa vero? Leggete anche:  “Ora corri nelle praterie del paradiso”, è così che la sua famiglia saluta Dylan