Il salvataggio di Phoenix

Phoenix, il cagnolino maltrattato che rifiutava l’aiuto dei volontari

Quando Takis ha provato ad avvicinarsi a lui, ha ricevuto la reazione peggiore: la storia del difficile salvataggio di Phoenix

La storia del cane Phoenix ci insegna ancora una volta che il pregiudizio non ha mai alcun fondamento. Se un cucciolo si mostra aggressivo e ostile nei confronti di qualcuno che prova ad avvicinarlo, c’è sempre un motivo dietro. Spesso, questo motivo è legato ai maltrattamenti che l’animale ha subito per tutta la sua sofferente vita. Leggi di seguito la sua storia.

Il salvataggio di Phoenix

La vicenda è capitata in Grecia ma ben presto ha fatto il giro del mondo attraverso il web.

Un buon samaritano aveva notato che in una casa vicino alla sua c’era un cane che era costretto a vivere in condizioni pietose. Così ha deciso di contattare il controllo animali del posto.

A prendere in carico l’operazione è stato il mitico Theoklitos Proestakis, che gestisce il rifugio Takis Shelter sull’isola di Creta. Lui è famoso per i suoi innumerevoli salvataggi ed è particolarmente specializzato nei casi più difficili.

Takis, una volta arrivato sul posto e valutato la situazione, ha capito subito che c’era tantissimo lavoro da fare e che non sarebbe stato assolutamente semplice.

Quello che il volontario ha trovato davanti ai suoi occhi era un cucciolo tremendamente arrabbiato con la vita, che non permetteva a nessuno di avvicinarsi. Appena qualcuno provava ad interagire con lui, diventava aggressivo e mostrava i suoi denti aguzzi.

Chiunque avrebbe desistito, ma non Takis. Lui sa benissimo che dietro ogni comportamento c’è una causa scatenante e sa bene anche che grazie all’impegno e tanto affetto, le cose possono cambiare.

La trasformazione di Phoenix

Il salvataggio di Phoenix

Takis ha provato per diverse volte ad accarezzare il povero Phoenix con un guanto robusto. Dopo tante carezze, forse il cucciolo ha capito che quell’uomo non voleva causargli l’ennesimo dolore, ma voleva soltanto coccolarlo e fargli capire che il mondo non è solo crudeltà. Così si è rilassato pian piano e si è lasciato avvicinare.

Il trasferimento in rifugio non è stato semplice. I mostri del passato hanno continuato a tormentare il cucciolo per un po’, ma alla fine ha iniziato ad abituarsi alla sua nuova vita.

Il salvataggio di Phoenix

Oggi Phoenix è un cane completamente diverso. I suoi passatempo preferiti sono mangiare e giocare con gli altri cuccioli ospiti del rifugio. Se continua così, ben presto riuscirà addirittura a trovare una casa amorevole dove vivere felice per il resto della sua vita.