Pupa e le strane macchie sul patio della sua casa

L'uomo trovava sempre delle strane macchie sul patio della sua casa e non è mai riuscito a capire cosa fossero, finché non ha istallato delle telecamere

Home > Animali > Pupa e le strane macchie sul patio della sua casa

Un uomo di nome Alfonso Galindo, padre di due bambini e proprietario di una cagnolina mix barboncino di sette anni di nome Pupa, per diversi mesi, ha trovato spesso delle strane macchie sul patio della sua casa. Ha cercato di capire di cosa si trattasse, senza riuscirci. Le prime volte non ha dato nemmeno peso alla cosa, ma ogni volta che ripuliva, a distanza di giorni, le macchie tornavano.

Alla fine, Alfonso ha deciso di istallare le telecamere, per capire da dove provenissero. La scorsa settimana le macchie sono apparse di nuovo e il mistero è stato finalmente svelato grazie al nastro di sicurezza. Ciò che però si è ritrovato a guardare, è stato davvero straziante. Un postino della USPS, verso le undici del mattino, è apparso dinanzi l’abitazione, per mettere la posta nella cassettina fuori il cancello. Pupa, la cagnolina di famiglia, stava dall’altra parte del cancello. Guardava il postino, come fa ogni cane, senza mostrare in alcun modo, segni di minaccia nei confronti dell’uomo. Quest’ultimo però, non la pensava così. Dal video si intravede una bomboletta di spray al peperoncino, che l’uomo ha poi utilizzato contro Pupa, attraverso la recinzione. Ha consegnato la posta ed è andato via, come se nulla fosse… la parte più straziante, è che nel video si vede la povera cagnolina che si contorce, stropicciandosi gli occhi e la faccia. Nelle ultime settimane Alfonso non aveva trovato macchie, ma ha comunque deciso di guardare i filmati delle telecamere e si è reso conto che lo faceva ogni volta. Dall’istallazione della sorveglianza a quel momento, c’erano stati nove episodi in cui il postino aveva spruzzato lo spray a Pupa. Guardate il video:

L’uomo ha presentato un rapporto della polizia e ha presentato un reclamo al servizio postale. “Ho riflettuto e mi sono ricordato che negli ultimi mesi ho portato i miei bambini diverse volte al pronto soccorso, per problemi respiratori. Loro giocano spesso in cortile e voglio sperare che non gli abbia fatto la stessa cosa di Pupa. Quello che ha fatto al mio cane è criminale e io pretendo che vengano presi provvedimenti”, ha dichiarato Alfonso.

Dopo un’indagine interna, l’USPS ha rilasciato pubbliche scuse all’uomo.

“Pupa è una cagnolina dolcissima e non potrà mai rappresentare una minaccia, soprattutto da dietro una recinzione!”

Leggete anche: Cane di 20 anni, trovato a vegliare da giorni, il corpo senza vita del suo amato padrone