Qual è la quantità di cibo da dare agli animali domestici?

Qual è la quantità di cibo da dare agli animali domestici? Ecco tutto quello che dovete sapere

Home > Animali > Qual è la quantità di cibo da dare agli animali domestici?

Qual è la quantità di cibo che dobbiamo dare agli animali domestici ogni giorno per nutrirli in maniera corretta e per proteggere la loro salute? I proprietari tendono sempre a esagerare, perché pensano che possano sempre avere fame. Ma in realtà è bene non esagerare.

Animali domestici

Gatti e cani, proprio come noi esseri umani, devono mangiare il giusto quantitativo di cibo ogni giorno, per vivere in salute. Non bisogna esagerare ne con l’acqua e con il cibo, secco o umido che sia, e ci sono delle linee guida che dobbiamo seguire per evitare malattie oppure obesità negli animali domestici, che possono provocare danni.

Per sapere quanto cibo dobbiamo dare al nostro pets, dobbiamo per forza rivolgerci al nostro medico veterinario o a un nutrizionista, gli unici che si possono pronunciare in merito alla questione. No al fai da te, no al sentito dire, no all’improvvisazione. Ne va della salute dei nostri animali domestici: e noi non vogliamo che accada loro nulla di male.

I diritti degli animali domestici

Nella valutazione della quantità di cibo da dare il veterinario dovrà tenere in considerazione diversi aspetti:

  • età
  • sesso
  • stato di salute
  • sedentarietà
  • energie consumate
  • eventuali malattie
  • razza del cane o del gatto

Inoltre il medico veterinario dovrà valutare anche il tipo di alimentazione seguita dall’animale domestico e di conseguenza il suo dosaggio. Se mangia croccantini, questi contengono tutto il necessario, mentre con il cibo umido o con il cibo casalingo le indicazioni potrebbero cambiare.

Anche i momenti della giornata in cui dar da mangiare a cani e gatti è fondamentale. Lasciarli all’autogestione non va mai bene, perché ci sono animali che potrebbero mangiare tutto e subito, non sapendosi regolare. Se non siamo in casa possiamo sempre usare dei comodi dosatori con timer o chiedere aiuto a qualcuno per la gestione dei loro pasti quando siamo via per lavoro.