Roma: giovane di 21 anni ruba un cane e poi si sfoga su di lui

ROMA: ruba un cane e poi lo picchia

Home > Animali > Roma: giovane di 21 anni ruba un cane e poi si sfoga su di lui

Un ragazzo di ventuno anni è stato arrestato dai Carabinieri di Roma, con l’accusa di furto e maltrattamento di animali. E con l’accusa di resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale. Il giovane, già con precedenti penali, è stato trovato sotto effetto di sostanze stupefacenti. Quando le forze dell’ordine, dopo una segnalazione, lo hanno rintracciato, lo hanno trovato mentre picchiava un cane che portava al guinzaglio.

Era un povero bulldog, vittima della sua rabbia e dell’alterazione della sua personalità. Quando i Carabinieri lo hanno bloccato, il ventunenne, ha tentato di reagire, aggredendo, con calci e pugni, gli agenti, ma non è riuscito ad avere la meglio. E’ stato arrestato e portato in caserma.

Dopo le dovute indagini, le forze dell’ordine hanno scoperto i suoi precedenti penali e non solo…. hanno scoperto che il cagnolino era stato rubato lo stesso giorno, ad un uomo di 39 anni, residente a Roma. L’animale è stato restituito al suo padrone e il ventunenne denunciato per i reati commessi.

Non è ancora noto il motivo del furto e cosa volesse fare con l’animale.

Non sono ancora note nemmeno le dinamiche di come sia avvenuto il furto.

Nei prossimi giorni si avranno ulteriori notizie.

Un’altra vicenda che sta facendo parlare molto negli ultimi giorni, è quella accaduta a Vercelli, dove un pitbull di famiglia, in modo inaspettato ed improvviso, ha attaccato due bambine, una di dodici anni, che sta bene e una di 18 mesi, ricoverata in gravi condizioni all’ospedale infantile Regina Margherita di Torino, dove è stata sottoposta ad un intervento di chirurgia plastica e ricostruzione maxillo-facciale.

Il pit bull è stato portato al canile e i veterinari valuteranno le sue condizioni, con i dovuti controlli. La prognosi è riservata.

Se volete leggere l’intera vicenda, potete farlo qui:  Vercelli: pitbull di famiglia attacca due bambine. Grave la sorellina più piccola