Sardegna, sotto accusa 2 persone per aver simulato un incidente con un cinghiale appena scongelato

"Il cinghiale ha distrutto la nostra auto". L'animale però era appena stato scongelato.

Home > Animali > Sardegna, sotto accusa 2 persone per aver simulato un incidente con un cinghiale appena scongelato

L’episodio è avvenuto sulla Provinciale 90, a nord della Sardegna. Secondo quanto riportato, vicino a delle strade di campagna, un’automobile si è scontrata con un grande cinghiale, che è spuntato all’improvviso. Dopo l’impatto, sul posto è giunta la forestale e gli uomini della vigilanza ambientale della Sardegna. Ad allarmarli, sono state le due vittime dell’incidente, due cittadini di Sassari.

Poiché, dopo lo scontro con un animale selvatico, c’è un risarcimento danni, è necessario il sopralluogo delle forze dell’ordine. Quest’ultime hanno il compito di constatare che l’incidente sia realmente avvenuto.

Dopo i rilievi però, si è subito capito che qualcosa non andava. Il cinghiale morto non sembrava affatto vittima di un incidente. Per questo motivo è stato richiesto l’intervento di un veterinario.

L’utilitaria aveva il frontale distrutto e l’animale giaceva morto a terra, ma le sue ferite non combaciavano con il frontale.

Dopo la visita, è venuta fuori una verità sconcertante. Gli organi interni del cinghiale erano ancora congelati. Il povero animale era appena stato scongelato ed usato per simulare un incidente. Una vera e propria truffa.

I due cittadini sono stati denunciati e adesso è tutto nelle mani della Procura.

Per ora non ci sono ulteriori notizie riguardo questa vicenda, ma le indagini sono ancora in corso e nei prossimi giorni si avranno ulteriori aggiornamenti, soprattutto per quanto riguarda la posizione delle due “vittime”.

Naturalmente, non ci sarà alcun rimborso da parte dell’ente locale.

Secondo L’Unione Sarda sono circa 60 le richieste di risarcimento per incidenti provocati da cinghiali, ogni anno.

Non è l’unica vicenda che in questi ultimi giorni sta facendo molto parlare. ci riferiamo alla morte di Hollie, la piccola meticcia morta a Isola del Giglio. E’ stata uccisa con 2 colpi di pistola da un Carabiniere, mentre si trovava con la sua padrona. L’agente ha dichiarato che la cagnolina l’avrebbe morso, mentre la donna avrebbe raccontato una versione decisamente diversa. Potete leggere l’intera notizia QUI.