Uomo salva un cane rubato chiamandolo per nome

Un uomo aveva letto la notizia del furto e così ha salvato il cane rubato semplicemente chiamandolo per nome!

Home > Animali > Uomo salva un cane rubato chiamandolo per nome

Un giovane elettricista di Tampa, in Florida, è stato eletto come l’eroe della settimana, per aver salvato un cane famoso e molto amato, che era stato rubato lo scorso 4 novembre in spiaggia. Stiamo parlando di Zeus, un Jack Russell Terrier, molto apprezzato per la famiglia degli appassionati di kiteboard. Il proprietario ne aveva denunciato la scomparsa.

Zeus

Cameron Maramenides, di 16 anni, è un membro del team di kiteboard USA che parteciperà anche alle prossime Olimpiadi del 2020. Il padre, Dimitri Maramenides, è un kiteboarder di fama mondiale che trascorre con il figlio molto tempo in spiaggia, con vista sull’oceano. E con loro c’è sempre Zeus che, incredibile a dirsi, pratica lo stesso sport dei suoi amici bipedi.

Per questa sua bravura spesso Zeus è apparso in riviste e video mettendo in mostra le sue abilità innate. Dopo una competizione, la famiglia ha però perso le tracce del suo animale domestico. Erano tutti devastati, ma hanno fatto tutto quello che era in loro potere per riuscire a ritrovare Zeus. Hanno anche arruolato un detective degli animali domestici e offerto una ricompensa di 3.500 dollari per il ritorno del loro cucciolo, senza far domande, l’importante era che tornasse sano e salvo.

Quattro giorni dopo la sua scomparsa, Miguel Camacho ha letto la storia del cane su Facebook. Mentre si trovava in un parco di West Tampa e dopo aver finito di studiare per un test che avrebbe dovuto fare lo stesso giorno, improvvisamente ha visto fermarsi un veicolo. C’era un uomo e con lui un cane che assomigliava proprio a quello che tutti stavano cercando.

uomo-salva-un-cane-rubato-chiamandolo-per-nome

Così Miguel ha chiamato subito il numero di telefono indicato su Facebook e intanto si mise a seguire il veicolo, finché l’uomo non si è fermato chiedendogli perché lo stesse seguendo. Il ragazzo ha mantenuto un sangue freddo invidiabile: “Credo che quel cane non sia tuo. Sono al telefono con il suo proprietario in questo momento“. E decise di chiamare il cane per nome.

Non appena pronunciò il suo nome, ecco che Zeus saltò giù dal furgone e andò verso di lui. In breve tempo, il cane fu riportato così ai suoi legittimi proprietari.

Zeus

La polizia sta ancora indagando sul rapitore. Miguel non era nemmeno a conoscenza del premio in denaro, ma decise di accettare la ricompensa, che userà per fare dei regali di Natale ai suoi due figli! Ovviamente non ha potuto dare il test, ma il suo insegnante colpito dal suo coraggio gli ha permesso di darlo in altra data. La bontà premia sempre!