Virus intestinale cani: è allarme

Virus intestinale cani; i veterinari danno l'allarme: non è coperto dai vaccini perché mutato ed è letale; ecco i sintomi.

Home > Animali > Virus intestinale cani: è allarme

Un virus intestinale sta uccidendo i cani in poche ore: l’allarme parte da Genova dove, dall’inizio dell’anno, ci sono stati tanti casi: circa 10 cani sono morti e altri stanno lottando per la loro vita. Si tratta di Parvovirosi, la cosiddetta gastroenterite virale. La cosa più grave è che non è coperta dai vaccini perché sembra trattarsi di un virus mutato.

Dall’inizio dell’anno la Parvovirosi ha fatto una decina di vittime a Genova e i proprietari di animali sono giustamente molto preoccupati. I veterinari avvertono di fare attenzione ai sintomi della gastroenterite virale che spesso possono passare inosservati all’inizio. Se la malattia non viene diagnosticata in tempo le probabilità di sopravvivenza dei nostri amici a 4 zampe sono molto ridotte perché si tratta di una patologia molto aggressiva.

I sintomi della Parvovirosi

I sintomi della cosiddetta gastroenterite virale sono le feci liquide in cui si possono notare gocce di sangue, il vomito spesso associati a febbre e a uno stato di prostrazione. Se il vostro cane perde improvvisamente l’appetito e la sua consueta vitalità cominciate a tenerlo d’occhio.

Virus killer: ecco dove ha colpito

Il numero maggiori di casi di Parvovirosi è a Genova dove i veterinari sono preoccupati perché sembra una vera epidemia con decine di casi. Il virus della Parvovirosi riesce a penetrare facilmente nel corpo degli animalio. Quelli più a rischio sono i cuccioli e gli animali deboli e anziani. I quartieri di Genova maggiormente colpiti sono Dinegro, Valpolcevera e Sampierdarena.

parvo

Le cure sono abbastanza costose e molti non se le possono permettere e questo significa morte sicura per i cuccioli. In più, i cani non curati rischiano di contagiare anche gli altri.

parovirosi-canina

I consigli dei veterinari

A parlare di questa ondata di casi di Parvovirosi cani, dei sintomi, della terapia e dei vaccino è la dottoressa Lia Seriacopi, dello studio veterinario associato Picasso-Seriacopi di via Canepari, a Certosa. Sta cercando di salvare un cucciolo colpito da questa malattia che è ricoverato da loro e vuole avvisare i proprietari del pericolo che incombe sui loro animali domestici: “State attenti ai sintomi – dice la dottoressa – se gioca meno del solito oppure rifiuta il cibo cominciate a stare attenti. Ma quello che deve farvi correre dal veterinario sono il vomito e la diarrea. Con una cura antibiotica tempestiva si può evitare la disidratazione che porta alla morte”.

cane-veterinario

Non ce l’hanno fatto Bucky che ha lasciato il vuoto nel cuore della sua mamma umana Flavia del papà Ernesto. Anche Eddi è stato portato via da questa terribile malattia nel giro di 48 ore, lasciando distrutto il suo proprietario Filippo magni.

È importante informarsi sulle varie malattie dei cuccioli di cane: ecco come riconoscerle e prevenirle.