16enne si toglie la vita perchè veniva bullizzata a scuola

Una ragazzina di 16 anni si è tolta la vita perché esausta di essere vittima di bullismo, dei ragazzini a scuola la chiamavano "brutta" e "grassa" ogni giorno.

16enne si toglie la vita, era stanca di essere continuamente bullizzata a scuola. Si chiamava Gail McKinney.

Una ragazzina di 16 anni si è tolta la vita perché esausta di essere vittima di bullismo, dei ragazzini a scuola la chiamavano “brutta” e “grassa” ogni giorno e non hanno mai capito quanto soffriva fin quando era ormai troppo tardi.

Si chiamava Gail McKinney ed amava ascoltare Demi Lovato e divertirsi con le sue amiche, a volte scherzava anche sul suo aspetto un po’ cicciottello. Ha sempre nascosto quel segreto che l’ha spinta a commettere il terribile gesto: ogni giorno dei bulli crudeli la prendevano in giro per il suo peso chiamandola in ogni modo possibile.

Era una ragazzina felice ma quei bulli hanno piano piano eroso la sua fiducia. Quando sua madre Paula si è resa conto di tutte le sofferenze della figlia, era tardi.

Gail si è suicidata per porre fine ai suoi anni di sofferenza. Purtroppo ogni giorno sono sempre più i casi di suicidi nei giovani perché subiscono bullismo. Sua mamma ha deciso persino di non seppellirla per evitare che quei bulli prendessero di mira la sua tomba.

Aveva solo 11 anni quando Gail ha iniziato a subire atti di bullismo, veniva incessantemente perseguitata dai bambini quando ha iniziato la scuola secondaria.

“Gail è stata la bambina più incredibile che tu avresti mai potuto conoscere. Aveva un senso dell’umorismo così travolgente, avrebbe fatto qualsiasi cosa per i suoi amici ed era così sfacciata “, ricorda la mamma della 16enne. “La vedevi sempre con un sorriso sul volto e quel sorriso che illuminava le nostre vite, non c’era più”.

Era bassa e paffuta, non dava troppa importanza al suo aspetto e per questo motivo quei ragazzini l’hanno presa di mira. Si sono divertiti contro di lei chiamandola grassa e brutta. Una volta un ragazzo le ha lanciato dei soldi e le ha detto: “Perché non vai a prendere un’altra torta alla crema, grassa?”.

Purtroppo questi episodi possono accadere a chiunque e possono rivelarsi fatali, non bisogna mai lasciare un adolescente solo. I genitori di Gail non se ne sono accorti di nulla e questo li fa soffrire ancor di più. Episodi del genere non dovrebbero mai accadere.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Kristopher Dixon muore a soli 18 anni: travolto da un tram

Kristopher Dixon muore a soli 18 anni: travolto da un tram

Veronica Panarello: condannata per calunnia nei confronti del suocero Andrea Stival

Veronica Panarello: condannata per calunnia nei confronti del suocero Andrea Stival

Doveva operarsi per un tumore ma scopre che era tutt'altro

Doveva operarsi per un tumore ma scopre che era tutt'altro

Un uomo canta ai pazienti mentre li trasporta fuori dalla sala operatoria

Un uomo canta ai pazienti mentre li trasporta fuori dalla sala operatoria

Vicenza, scoperto il possibile movente dietro l'omicidio di Alessandra Zorzin: cosa è emerso

Vicenza, scoperto il possibile movente dietro l'omicidio di Alessandra Zorzin: cosa è emerso

Napoli, morte del piccolo Samuele Gargiulo: fermato un uomo, è accusato del suo omicidio

Napoli, morte del piccolo Samuele Gargiulo: fermato un uomo, è accusato del suo omicidio

Pelè torna nel reparto di terapia intensiva: sale la preoccupazione

Pelè torna nel reparto di terapia intensiva: sale la preoccupazione