Abbandonata alla nascita

Abbandonata alla nascita, sapeva di essere stata adottata già da piccola. Ma una volta cresciuta decide di cercare la madre e la trova. Quello che scopre da quell'incontro è stato scioccante, non solo la madre aveva cercato di mettere fine alla sua vita ma ci era anche riuscita "per metà"

Home > Attualità > Abbandonata alla nascita

L’adozione è un argomento che viene trattato, ogni giorno, più naturalmente tra le famiglie. In realtà, gli specialisti consigliano di parlarne con il bambino in età opportuna; in questo modo il piccolo assimila armoniosamente la propria storia. Questo è stato deciso dai genitori adottivi di Claire Culwell, una donna di Austin, Texas, che ha sempre saputo di essere stata adottata, ma non ha mai sospettato la verità sulla sua nascita.

Barbara e Warren Culwell sono i genitori adottivi di Claire, che ora ha 47 anni. La coppia ha sempre pensato di aver adottato un bambino prematuro da una madre adolescente. Quando Claire è stata adottata a 2 mesi, ha avuto seri problemi di salute. La bambina è nata pesando poco più di 1 kg. Inoltre, l’anca era dislocata su entrambi i lati e i suoi piedi erano girati all’indietro. Nonostante le difficoltà, Claire ha superato le sue condizioni mediche e i suoi genitori sono stati responsabili di riempire la sua infanzia di amore e commenti positivi sulla sua madre biologica. Claire crebbe circondata dall’amore e in quelle circostanze l’immagine della madre biologica non creò alcun tipo di ripudio; Al contrario, la bambina voleva incontrarla. Per questo motivo ha deciso di cercare sua madre quando aveva 20 anni e i suoi genitori adottivi l’hanno sostenuta e cercato informazioni dall’agenzia in cui avevano adottato la bambina. Nel marzo 2009, Claire ha incontrato sua madre biologica in un incontro emotivo a casa di un amico di famiglia. Durante l’incontro, Claire e i suoi genitori biologici hanno mostrato Tonya Glassby, la madre biologica, le foto della giovane donna di quando era piccola. Inoltre, la ragazza aveva preparato una lettera per sua madre che faceva detonare la dolorosa verità.

“‘Grazie per aver scelto la vita per me, è il miglior regalo che ho ricevuto'”, diceva la lettera. Tonya Glassby rimase incinta a 13 anni. Dopo aver appreso della gravidanza, l’adolescente ha deciso di interrompere il processo e ha subito un intervento chirurgico. Dopo la procedura, Tonya ha cercato di riprendersi e continuare con la sua vita. Tuttavia, poco tempo dopo scoprì che era ancora incinta e che era al sesto mese di gravidanza.

Tonya era incinta di due gemelli, una situazione che le persone che praticarono l’interruzione chirurgica, ignoravano completamente. Dopo aver appreso che stava arrivando un secondo bambino, l’adolescente si recò in un altro stato per interrompere completamente la gravidanza, ma i medici le dissero che non era più possibile. Durante l’incontro emotivo, Tonya ha confessato di aver continuato con la sua gravidanza e di aver dato alla luce la piccola Claire quando aveva 7 mesi.

Inconsapevolmente, Claire era sopravvissuta a un tentato sulla sua vita, una situazione dalla quale il suo gemello non era riuscito a sfuggire. Nonostante la dura verità rivelata, ciò non ha cambiato il perdono che la giovane donna aveva già concesso alla madre biologica. “In quel momento mi sentivo come se fossi in un film”, ha confessato Claire.

Sapere tutto sulla sua nascita e sulla sua madre biologica ha avuto un forte impatto sulla vita di questa donna. Claire Culwell ha trovato un nuovo scopo nella sua vita e ora è la madre di tre figli, due dei quali sono adottati: Elia, 10 anni, Lita, 9 anni, e sua figlia biologica, Sadie , 6 anni. Come è successo con lei, Claire ha rivelato alle sue figlie che sono state adottate ed è disposta ad aiutarle a incontrare le loro madri biologiche.

Molte persone hanno storie di sopravvivenza, ma Claire Culwell ha battuto miracolosamente la morte prima della nascita. La sua capacità di perdono e integrità sono un esempio di nobiltà che vale la pena trasmettere e condividere.