Abby Zwerner

Abby Zwerner, maestra colpita da un proiettile esploso da un alunno di 6 anni: come sta?

Come ha fatto un bambino di 6 anni ad andare a scuola con una pistola?

Quali sono le condizioni di salute di Abby Zwerner, la maestra colpita da un proiettile esploso in classe da un suo alunno di soli 6 anni? Negli Stati Uniti d’America si torna a parlare di come sia facile, anche per un bambino delle elementari, trovare e usare un’arma da fuoco. La vicenda ha avuto luogo in un istituto scolastico di Newport, in Virginia. Ad essere colpita un’insegnante di 30 anni.

Abby Zwerner

Abby Zwerner è stata raggiunta da un proiettile sparato da un bambino di 6 anni. L’alunno frequenta la Richneck Elementary School di Newport, città della Virginia. Gravi le ferite riportate, che potrebbero causare il decesso della giovane insegnante di 30 anni.

Secondo quanto riferito dal sindaco della città di Newport, che tiene aggiornata la comunità sulle condizioni di salute della donna, nelle ultime ore i medici avrebbero registrato alcuni piccoli ma significativi miglioramenti. Abby rimane comunque in pericolo di vita.

Per gli agenti non sarebbe stato un incidente, anche se nessuno sa come abbia fatto un bambino di 6 anni a procurarsi una pistola e a portarla a scuola senza che la famiglia se ne accorgesse. Dopo aver litigato con l’insegnante, ha premuto il grilletto, mirando nella direzione della docente.

Il sindaco afferma che gli agenti sono certi che abbia sparato dopo aver litigato con la maestra, quindi con cognizione di causa. Anche se in molti si chiedono come faccia un bambino di soli 6 anni a saper maneggiare uno strumento così pericoloso. Probabilmente gli è stato insegnato in famiglia.

insegnante grave

Quali sono le condizioni di salute di Abby Zwerner?

Mentre le condizioni di salute della maestra sembrano migliorare, anche se è ancora grave, il bambino è in stato di fermo. In Virginia i minori di 6 anni non possono essere processati come gli adulti.

Ma il bimbo sarebbe anche troppo piccolo per la custodia del Dipartimento di giustizia minorile, anche se ritenuto colpevole. I giudici potrebbero revocare l’affidamento da parte dei genitori, affidandolo alla tutela dello Stato.