Adozione, adozione, adozione

I genitori persero la vita tragicamente. lasciandolo orfano. Passò di casa in casa durante la sua infanzia, ma arrivato a 18 anni prese una decisione che avrebbe cambiato la sua vita e quella di altri bambini.

Home > Attualità > Adozione, adozione, adozione

Qualcosa di ben noto a tutti è che le esperienze che una persona, specie quelle che attraversa durante la sua infanzia, definiscono in larga misura chi sarà nel suo futuro e proprio questo è successo a un uomo di Richmond, in Virginia. Barry Farmer non ha avuto un’infanzia semplice ed è stato proprio questo a motivarlo a diventare il padre adottivo di 3 giovani.

Barry trascorse la sua infanzia in case affidatarie con la famiglia e gli amici, quindi la sua routine era piuttosto instabile. Inizialmente visse con alcuni amici dei suoi genitori, dopo un po’ si trasferì con sua zia. Quando aveva 4 anni, sua nonna assunse la custodia e questo fatto gli avrebbe cambiato la vita per sempre, perché l’amore e la cura che l’anziana gli dava lo ispirarono per sempre.

“Sono andato di casa in casa, vivendo con gli amici dei miei genitori. E questo non era stabile. Ho perso i miei genitori, ma ho vinto il sostegno di un’intera città. Mia nonna che l’ha fatto mi ha ispirato a diventare un genitore adottivo” , ha detto Farmer

Da quando aveva raggiunto la maggiore età, Barry era stato ispirato a diventare un genitore adottivo, ma gli assistenti sociali erano riluttanti e lo consideravano troppo giovane per questo. Alla fine, all’età di 20 anni, vide una pubblicità su come diventare un genitore adottivo e sentì di nuovo la chiamata, così ottenne la patente di guida e realizzò il suo primo caso.

A quel tempo gli fu affidata la cura di un ragazzo di 16 anni che si trasferì a casa sua in Virginia. In questo caso, padre e figlio avevano praticamente la stessa età, tuttavia l’adolescente ha deciso di chiamarlo “papà” e Barry non ha potuto rifiutarlo. “Era più come un fratellino, più che un figlio adottivo”, ha detto Farmer.

Alcuni mesi dopo l’uomo fu contattato dal caso di un bambino di 8 anni di nome Jaxon. Il ragazzino era bianco, qualcosa che infastidiva molto Farmer perché non sapeva se potevano esserci differenze culturali tra loro. Tuttavia, l’uomo non aveva il cuore da rifiutare, anche se “era qualcosa di temporaneo”. Almeno questo era quello che pensava Farmer, senza immaginare che il bambino sarebbe diventato il suo primo figlio legale.

I piani prevedevano che Jaxon fosse adottato da una coppia, ma quando andò a vivere con la famiglia le cose non funzionarono e il ragazzo iniziò a chiedere il suo ex padre temporaneo, Farmer. “Gli mancavo e lui mi mancava  perché non ero davvero preparato a che lui se ne andasse”, ha detto Farmer. “Fu allora che prendemmo una decisione definitiva”

A quel tempo, quest’uomo aveva solo 22 anni e, sebbene credesse che gli assistenti sociali avrebbero avuto qualche problema con l’adozione, non c’erano obiezioni. Il ragazzo aveva tutto ciò di cui aveva bisogno per essere felice con quest’uomo. Successivamente, l’uomo generoso non ha pensato di adottare altri ragazzi, ma si è imbattuto nel sito Web di bambini adottivi che avevano bisogno di adozione e non pote resistere.

A quel tempo incontrò Xavier, un bambino di 8 anni che si trasferì con lui e Jaxon a casa sua, quando aveva 11 anni l’adozione fu finalizzata. Successivamente, si prese cura di un altro bambino, Geremia, che adottò ufficialmente quando aveva 5 anni.

IN QUESTO MODO, BARRY RIUSCÌ A DIVENTARE PADRE DI TRE FIGLI E AD ESTINGUERE IL DEBITO CHE IL SUO CUORE AVEVA CON QUELLE PERSONE CHE LO ACCOLSERO QUANDO ERA SOLO UN PICCOLO SENZATETTO, SPECIALMENTE CON SUA NONNA.
“L’AFFIDO IN SÉ È COSÌ IMPREVEDIBILE CHE NON SAI COSA ASPETTARTI UNA VOLTA REGISTRATO. QUESTO NON ERA CIÒ PER CUI MI SONO ISCRITTO, MA L’HO ACCETTATO “, HA DETTO FARMER.

A 32 anni, Barry ha ammesso che la genitorialità non è facile, ma ha assunto il suo ruolo paterno con amore. Ha anche confessato che a volte gli era stata presentata un’altra circostanza: la gente non vede di buon occhio che sia il padre di tre bambini bianchi.

Tuttavia, vive in una comunità con abitanti di culture diverse e i più piccoli frequentano una scuola dove c’è diversità. Questo melting pot culturale ha contribuito a facilitare le cose.

Il gesto di quest’uomo è stato davvero bellissimo. La sua esperienza lo ha ispirato ad avere un impatto positivo sulla vita di tre bambini.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI