Aiuta un senzatetto

Mentre va al lavoro, incontra tutti i giorni un senzatetto, e decide di regalargli un paio di scarpe. Tra i commenti non potevano mancare quelli negativi, Ecco cosa ha fatto Connor

Ci sono molte ragioni che possono indurre una persona a cadere in condizioni di strada, ogni caso nasconde una storia diversa. Ma c’è chi si immedesima in loro, come un uomo di Ipswich, che fa del suo meglio per far uscire un senzatetto dalla difficile situazione in cui si trova. Connor Knight Robey è un uomo che vive nella città di Ipswich, un distretto e capitale della contea di Suffolk, in Inghilterra.

Ogni mattina, quando Connor va al lavoro, vede un senzatetto di nome Derek, che ha avuto dei momenti difficili negli ultimi tre o quattro anni. Uno di quei giorni l’uomo lusingò le scarpe che indossava, quindi nel successivo incontro decise di dargliene un paio. L’uomo lo ringraziò con molta emozione.

Connor era sorpreso dall’atteggiamento del senzatetto, nonostante la situazione in cui viveva, era felice e positivo riguardo alla vita. Ecco perché vuole che anche altre persone mostrino il desiderio di aiutare Derek, ad uscire dalla condizione in cui si trova.

Ha iniziato a pubblicando in rete, ciò che Derek stava dicendo sulle sue scarpe sportive. Ha scritto sul suo account Facebook su Derek in modo che tutti conoscessero il caso ed fossero motivati ​​ad aiutarlo. “È una persona molto felice e lo vedo ogni mattina mentre vado al lavoro. È stimolante il modo in cui Derek ha un atteggiamento ottimista nei confronti della vita, nonostante la sua situazione attuale”, ha scritto il nobile Connor.

A parte questo, è un giovane che non ha alcun tipo di vizio. Qualche giorno dopo gli diede un altro paio di scarpe. “È incredibile vedere come Derek si rallegri ogni volta che riceve delle scarpe. È inestimabile fare qualcosa di gentile per qualcuno e vedere l’assoluta felicità sul suo volto”, ha detto l’uomo solidale.

Connor ama aiutare le persone, è convinto che non c’è niente di più gratificante che vedere un’altra persona felice. I commenti sui social network sono stati avvertiti immediatamente. Innumerevoli persone erano felici del bellissimo gesto di uno sconosciuto per qualcuno che aveva davvero bisogno di aiuto.

“Adoro questo gesto, Connor Knight-Robey, che cosa adorabile hai fatto con quell’uomo!”, Ha detto un netizen. Tuttavia, non mancarono le critiche versi Connor, dicendo che lo fa solo per ricevere riconoscimenti. “Quell’uomo è alla ricerca dell’attenzione dei media”, ha dichiarato un utente infelice di Internet.

Ma Connor vuole fare un ulteriore passo avanti, ha creato una campagna su GoFundMe per aiutare Derek a uscire per sempre dalle strade. Cercano di raccogliere $ 1.300 per pagare un affitto per un posto dove Derek può vivere. Attraverso gli aggiornamenti di Connor sulle loro reti sul caso, è stato appreso che a Derek è già stato offerto un lavoro part-time.

La cosa più importante è che Derek sta ricevendo aiuto. Dovremmo tutti seguire l’esempio di Connor e disegnare sorrisi sui volti di molte persone.

Ragusa, Carmelo Vicari muore a soli 26 anni: era papà di due bambini

Ragusa, Carmelo Vicari muore a soli 26 anni: era papà di due bambini

La cantante R&B Emani è morta a 22 anni: vittima di un grave incidente stradale

La cantante R&B Emani è morta a 22 anni: vittima di un grave incidente stradale

Lucrezia Di Prima trovata senza vita: il fratello ha confessato l'omicidio

Lucrezia Di Prima trovata senza vita: il fratello ha confessato l'omicidio

Agrigento, Gaetano Maragliano e Martina Alaimo morti a soli 17 anni

Agrigento, Gaetano Maragliano e Martina Alaimo morti a soli 17 anni

Daniele Mondello pubblica anche la foto della maglietta del piccolo Gioele

Daniele Mondello pubblica anche la foto della maglietta del piccolo Gioele

Delitto di Novi Ligure, Erika e Omar sono liberi

Delitto di Novi Ligure, Erika e Omar sono liberi

Tragedia in provincia di Padova, la piccola Emanuela Brahj è morta a 11 anni dopo 2 lunghi giorni di agonia

Tragedia in provincia di Padova, la piccola Emanuela Brahj è morta a 11 anni dopo 2 lunghi giorni di agonia