Amare l’impossibile

Quando ti innamori di una persona che non dovresti amare, diventa un’illusione dolorosa, e anche se è successo a tutti noi, c’è chi vive intrappolato nell’idea che “la speranza è l’ultima a morire”.Perché succede? Bene, il tema è complesso e non ne parleremo da una prospettiva romantica, ma dal punto di vista psicologico, che getta una verità meno poetica.


Come accennato in un articolo di El Confidencial , questa tendenza ad innamorarsi di persone con le quali probabilmente non possiamo avere una relazione perché le circostanze non sono a favore, può essere un segno di due cose: l’evasione dall’impegno e la necessità di riaffermare un oggetto del desiderio. Secondo Cindy Hazan e Philip R. Shaver, psicologi, spiegano il fatto che molte persone cadono in un amore “impossibile”. In realtà lo fanno perché sentono il bisogno di sentire l’adrenalina che si può sentire solo quando qualcuno ci attira. In questo senso, le persone che si innamorano di persone improbabili, li usano come oggetto del desiderio che dà loro emozione e motivazione, due elementi che possono mancare nelle loro vite a causa della mancanza di autostima o di orientamento nella vita. Un’altra spiegazione è che quando ci innamoriamo di qualcuno che difficilmente può connettersi con noi (forse vive in un altro paese, ha già un partner o vive in un ambiente diverso dal tuo) lo fanno perché in fondo non vogliono alcun impegno e molto probabilmente vogliono evitare di essere coinvolti emotivamente in una storia reale.

Foto: Unsplash

Occupando la vostra mente con una persona che sicuramente non conosce i vostri sentimenti, ciò che si fa è temporaneamente soddisfare le vostre esigenze emotive, perché in realtà non volete o avete paura di innamorarvi.

Questo viene dimostrato quando quella persona che era idilliaca ti dà attenzione. e l’illusione diventa una realtà che non vuoi gestire. Quando raggiungi quel punto, capisci che non volevi davvero la persona, ma l’emozione che suscitava in te. 

Immagine correlata