Andrea De Mattei

Andrea De Mattei, ragazzo di 14 anni morto in canoa sul fiume Entella

È morto a Chiavari. Era originario di Sestri Levante.

Aveva solo 14 anni Andrea De Mattei, il ragazzo originario di Sestri Levante che ha perso la vita in canoa. Era rimasto incastrato sull’imbarcazione, mentre stava attraversando il fiume Entella, a Chiavari, in provincia di Genova, in Liguria. A nulla sono valsi i tentativi di soccorso che sono andati avanti a lungo. Quando lo hanno raggiunto, hanno prestato le prime cure. Ma, nonostante il trasferimento d’urgenza, è deceduto in ospedale.

Andrea De Mattei

Il ragazzino di Sestri Levante giovedì scorso è rimasto incastrato con la sua canoa nel fiume Entella, a Chiavari. Per più di un’ora è rimasto in acqua. Subito sono intervenuti i sub dei Vigili del fuoco e il suo istruttore. Ma per il ragazzo non c’è stato nulla da fare.

I soccorritori hanno subito visto che le sue condizioni di salute erano disperate. Aveva subito traumi cerebrali a causa della permanenza in acqua. I medici dell’ospedale Giannina Gaslini di Genova hanno fatto di tutto per salvargli la vita.

Purtroppo il ragazzo non ha mai ripreso conoscenza. E si è spento a soli 14 anni, lasciando la mamma Monica Stagna e la sorellina di soli 12 anni. Tutta la comunità e gli amici del 14enne si stringono alla famiglia per la grave perdita subita.

Intanto le indagini vanno avanti. Gli agenti del commissariato di Polizia di Chiavari hanno in programma l’interrogatorio dell’istruttore che aveva organizzato la discesa del fiume Entella, nonostante una forte corrente dovuta alla piena che a inizio settimana aveva interessato quelle zone della Liguria.

Polizia di Chiavari

Andrea De Mattei non c’è più, il giovane ragazzo di 14 anni lascia la mamma e la sorella di 12 anni

Lo studente di Sestri Levante è rimasto per più di un’ora nelle acque gelide del fiume Entella a Chiavari, durante un allenamento con i suoi compagni e gli istruttori del circolo al quale è iscritto.

lutto
Fonte foto da Pixabay

Bisognerà capire se ci sono responsabilità per quello che è successo al ragazzo, che ha sbattuto contro un tronco portato dalla corrente. La canoa si è ribaltata e spezzata e Andrea è finito sott’acqua, con le gambe incastrate.