Anziano ruba il tiramisù

Anziano 90enne in precaria situazione economica ruba un tiramisù dal supermercato: la polizia gli paga la spesa.

Anziano 90enne in precaria situazione economica ruba un tiramisù dal supermercato: la polizia gli paga la spesa. L’anziano, essendo in gravi difficoltà economiche e non potendo permettersi il dolce in questione, ha provato a portarlo via.

La crisi economica è ormai un dato di fatto ed è un problema con il quale la nostra società è costretta a convivere. Le sue conseguenze si fanno sentire sulla popolazione indipendentemente dall’età, anche se a subirne di più le conseguenze sembrerebbero gli anziani. Hanno difatti imparato a convivere con questa grossa piaga che li spinge, come spesso  sentiamo nei notiziari, ad episodi di “furtarelli di sopravvivenza ” scaturiti anche dalle miseri pensioni che ricevano al giorno d’oggi. Gesti i quali restano condannabili, ma capibili.

90enne ruba il tiramisù: il gesto commovente dei poliziotti

Ci troviamo in un supermarket romano e l’uomo in questione è un anziano di 90 anni il quale aveva adocchiato il suo dolce preferito: il tiramisù. L’anziano, essendo in gravi difficoltà economiche e non potendo permettersi il dolce in questione, ha provato a portarlo via senza che nessuno se ne potesse accorgere per poi poterlo gustare indisturbato, fuori dal supermarket. Non aveva però fatto i conti con la sicurezza del supermarket la quale aveva notato qualcosa di insolito in quell’anziano che si era improvvisato ladro per necessità. Dopo averlo fermato e perquisito, gli agenti hanno scoperto cosa nascondeva sotto il soprabito: il suo dolce preferito. Le forze dell’ordine successivamente hanno concordato che non ci fossero gli estremi per proseguire con il fermo dell’uomo 90enne, il quale si trovava in una situazione psicologica fragile e instabile. Così hanno preso la decisione di accompagnarlo alla stazione per prendere il suo treno per far ritorno a casa, non prima però di avergli offerto e pagato il tiramisù e anche la spesa.

La forte crisi economica che stiamo vivendo: le statistiche sono allarmanti

Le peripezie di questo anziano, come di molti altri, sono frutto della profonda crisi economica che il nostro paese sta affrontando. La Caritas di Roma aveva infatti pubblicato un articolo riferito all’anno 2018, dal titolo “La povertà a Roma: un punto di vista”, nel quale si evincevano tutte le disuguaglianze economiche che la capitale stava affrontando. I dati sono chiari: 146.961 over 65 romani non raggiungono un reddito annuo imponibile di 11.000 euro e per i giovani la situazione non è di certo migliore. Il 51 % di loro lavora saltuariamente, chi non lavora e chi non studia è invece il 68,3 %, percentuale record raggiunta in circa 10 anni. Statistiche allarmanti le quali non sono altro che la conseguenza della spaccatura economica venutasi a creare all’interno del nostro Paese, parallelamente condivisibile alla storia del nostro amico 90enne, costretto quasi ad elemosinare per un semplice tiramisù.

È morta la regina delle fiction: addio a Sara Melodia

È morta la regina delle fiction: addio a Sara Melodia

Ignazio Moser, grave lutto: "La tua bontà e nobiltà d'animo rimarranno sempre con noi"

Ignazio Moser, grave lutto: "La tua bontà e nobiltà d'animo rimarranno sempre con noi"

Lutto per il principe Harry: morta la madrina Lady Celia Vestey

Lutto per il principe Harry: morta la madrina Lady Celia Vestey

Vibo Valentia, doppia scossa di terremoto spinge la gente fuori di casa: si scatena il panico in città

Vibo Valentia, doppia scossa di terremoto spinge la gente fuori di casa: si scatena il panico in città

Orietta Berti positiva al Coronavirus: "Sotto controllo medico"

Orietta Berti positiva al Coronavirus: "Sotto controllo medico"

Pozzuoli, terremoto annunciato da un fragoroso boato che ha allarmato tutti

Pozzuoli, terremoto annunciato da un fragoroso boato che ha allarmato tutti

Toni Standen finge di essere una malata di cancro terminale per farsi pagare il matrimonio

Toni Standen finge di essere una malata di cancro terminale per farsi pagare il matrimonio