attenti se insultate qualcuno sui social

Dopo aver rotto con sua moglie e aver vinto la causa, la sua ex suocera lo insulta pesantemente sui social...lui si vendica così

i social network stanno diventando sempre più importanti nella nostra vita quotidiana, sono diventati i principali mezzi di comunicazione di massa. Oltre alle informazioni attuali in tempo reale, offrono l’opportunità di interagire e condividere contenuti. Per molti utenti, sono una finestra per esprimere il loro punto di vista su vari problemi.

Recentemente, è emerso il caso di un uomo che riceverà un compenso da sua suocera per averlo offeso attraverso le reti. La Camera di appello civile e commerciale di Cordova ha stabilito in una sentenza che la donna è obbligata a pagare 30.000 pesos argentini, l’equivalente di 500 euro a titolo di risarcimento dei danni causati.

Sicuramente non avrebbe mai pensato di dover pagare quella somma di denaro all’ex genero per i danni morali subiti dopo aver condiviso un post sul suo profilo Facebook e Instagram. La sanzione deve essere pagata con gli interessi.

Il giovane ha denunciato la madre della sua ex moglie davanti alle autorità dopo aver letto i messaggi che gli ha dedicato sui social network. L’incidente è avvenuto il 16 marzo al mattino presto.

La signora era sconvolta dopo che la figlia, dopo il divorzio, perse il processo in cui rivendicava i beni della separazione. Così decise di scagliarsi contro il suo ex genero con parole schiette. “Sei un figlio di pu **. Portare via da tuo figlio di 8 anni i beni che hai comprato con sua madre? E quelli della compagnia, che diavolo *, erano le parole della donna sul suo profilo Facebook dedicate all’ex partner di sua figlia.

Per lei era un semplice messaggio, ma tre mesi dopo, le sue dichiarazioni sono diventate molto importanti. L’ex marito di sua figlia, identificato con il nome di S. Daniel Alberto, la fece causa per calunnia e insulti contro di lui. Anche se in primo luogo il giudice ha stabilito che gli avrebbe dovuto pagare un risarcimento di 18.000 pesos, che equivale a 293 euro , l’uomo ha deciso di presentare un ricorso.


Il 22 maggio, i giudici Julio Sánchez Torres e Guillermo Tint hanno risposto alla sua richiesta aumentando l’importo della sanzione. I magistrati hanno stabilito che la donna ha commesso un crimine malevolo per aver scritto gli insulti. Hanno sottolineato che l’imputata ha riferito: “la pubblicità dell’insulto come mezzo ideale per produrre un danno all’onore (…) poiché non segue alcun risultato diverso dal danno in onore della persona colpita”.

La donna deve pagare il risarcimento ed eliminare le pubblicazioni. Allo stesso modo, deve pubblicare le sue scuse verso di lui.

S. Daniel Alberto, ha commentato che le scuse dell’imputato non sono state spontanee perché si è limitata ad eliminare le pubblicazioni a causa dell’obbligo imposto dalla legge. Questo caso ha dato molto di cui parlare, .

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Montecchio Maggiore, l'ultimo straziante addio a Alessandra Zorzin

Montecchio Maggiore, l'ultimo straziante addio a Alessandra Zorzin

Reggio Calabria: trova un "Gratta e Vinci" del padre defunto ma non può incassarlo

Reggio Calabria: trova un "Gratta e Vinci" del padre defunto ma non può incassarlo

Denise Pipitone: rintracciata la "bambina" sulla nave per la Tunisia

Denise Pipitone: rintracciata la "bambina" sulla nave per la Tunisia

Lutto per l'ex allenatore Attilio Perotti: la moglie è morta a seguito di una caduta dal quarto piano

Lutto per l'ex allenatore Attilio Perotti: la moglie è morta a seguito di una caduta dal quarto piano

Savona, eseguita l'autopsia sul corpo di Marika Galizia: morta a 27 anni durante il parto

Savona, eseguita l'autopsia sul corpo di Marika Galizia: morta a 27 anni durante il parto

Caltanissetta, arrestato il papà della bambina di 8 anni che ha ingerito cocaina

Caltanissetta, arrestato il papà della bambina di 8 anni che ha ingerito cocaina

Un uomo canta ai pazienti mentre li trasporta fuori dalla sala operatoria

Un uomo canta ai pazienti mentre li trasporta fuori dalla sala operatoria