Bimba di 10 anni in coma

Bimba di 10 anni in coma dopo un incidente in barca: si è svegliata

La famiglia grida al miracolo, perché le speranze erano davvero basse

Rielynn Martin è una bimba di 10 anni in coma dopo aver avuto un incidente in barca. Due imbarcazioni si sono scontrate e lei, purtroppo, è rimasta gravemente ferita. La sua famiglia ora grida al miracolo, perché i medici non avevano dato così tante speranze: la piccola si è finalmente svegliata dal suo sonno profondo, anche se il cervello è rimasto lesionato.

Bimba di 10 anni in coma

Il 25 maggio scorso Rielynn Martin era in barca con la sua famiglia, per il Memorial Day. Chad Martin, suo padre, ha raccontato che erano andati al lago per il weekend, come fanno spesso, visto che i figli adorano stare all’aria aperta.

Durante la collisione con l’altra imbarcazione, Rielynn è caduta giù, colpendo l’elica dell’altra barca. L’hanno portata d’urgenza in ospedale. Aveva il cranio schiacciato e dei pezzi di cervello profondamente danneggiati. I medici hanno eseguito un delicato intervento chirurgico per riparare i danni subiti.

Voglio preghiere, le preghiere sono tutto. La preghiera è ciò che ha portato mia figlia dove si trova adesso. Le spese mediche saranno dure. Ho un’altra figlia da mantenere, sarà dura.

Queste le parole del padre della bambina, che dopo l’intervento è rimasta in coma a lungo, attaccata a un respiratore perché da sola non riusciva a respirare. Le preghiere di tutti quanti, però, sono state esaudite e il miracolo è avvenuto.

Rielynn Martin

Bimba di 10 anni in coma: Rielynn Martin si sveglia miracolosamente

Sulla pagina Facebook Rally for Rielynn la famiglia ha aggiornato i follower: la piccola ora respira da sola e i medici le hanno tolto il supporto vitale. La bambina è sveglia, risponde alle domande, segue le indicazioni e ha riconosciuto tutti.

Riesce anche a muovere le dita dei piedi. Per la sua famiglia è un grande sollievo, così come lo è per tutti quelli che hanno pregato per lei. La famiglia ha anche creato una pagina GoFundMe per pagare le spese mediche. La strada è ancora lunga, ma ora che è sveglia tutti sono sollevati.