Bimbo di 8 anni costretto a fare i suoi bisogni davanti ai compagni

Bimbo di 8 anni costretto a fare i suoi bisogni davanti ai compagni di classe con addosso un sacco d'immondizia: ecco cosa ha fatto la madre quando l'ha saputo.

Home > Attualità > Bimbo di 8 anni costretto a fare i suoi bisogni davanti ai compagni

Bimbo di 8 anni costretto a fare i suoi bisogni davanti ai compagni: è accaduto in una scuola elementare a Sud di Los Angeles e il piccolo è tornato a casa in lacrime. La madre del ragazzo, Sonia Mongol, ha detto che suo figlio si è sentito umiliato e che adesso si vergogna di entrare in classe. Ecco come sono andate le cose.

Siamo in una scuola elementare nel sud di Los Angeles dove un bimbo di 8 anni è stato costretto a fare i suoi bisogni davanti ai compagni di classe. La madre del bambino, Sonia Mongol, ha deciso di denunciare la scuola per quello che è accaduto a suo figlio. Ha aggiunto che suo figlio è stato trattato come se fosse “spazzatura” e costretto ad indossare per tutta la giornata un sacco nero usato di solito per l’immondizia.

Sembra che il ragazzo abbia chiesto il permesso di andare in bagno ma che l’insegnante glielo abbia negato, invitandolo ad urinare davanti ai compagni in un secchio. Il ragazzo si è bagnato i vestiti di urina e il docente gli ha messo addosso il sacco di spazzatura, lasciandolo bagnato per tutto il resto della giornata.

bimbo-di-8-anni-costretto-a-fare-i-suoi-bisogni-davanti-ai-compagni

La madre del ragazzo, Sonia Mongol, ha annunciato lunedì scorso che sta intraprendendo un’azione legale contro il Distretto scolastico unificato di Los Angeles per il modo in cui a scuola ha trattato suo figlio di 8 anni. Ecco il racconto della vicenda, così come hanno riferito gli altri bambini. Sebbene il ragazzo avesse educatamente chiesto all’insegnante se poteva usare il bagno, l’insegnante della scuola elementare Manhattan Place Elementary School si rifiutò di lasciarlo uscire dalla classe.

madre

Mongol ha detto che l’incidente è avvenuto nel novembre 2018. La scuola non si è nemmeno degnata di avvisare la madre del ragazzo riguardo al problema. La donna ha scoperto quello che era successo solo quando il suo ragazzo è tornato a casa da scuola con indosso il sacco della spazzatura sopra i suoi vestiti bagnati di urina.

bimbo

Poiché l’insegnante ha costretto il figlio di Mongol a indossare i sacchetti della spazzatura, il dipartimento di polizia di Los Angeles sta indagando sulla vicenda come un caso di potenziale abuso di minori.

madre-bambino

Quando l’incidente è diventato pubblico, il LAUSD ha condiviso la seguente dichiarazione.

“Los Angeles Unified prende molto seriamente tutte le questioni relative alla sicurezza e al benessere dei nostri studenti. Dopo aver appreso di questa affermazione, le forze dell’ordine sono state notificate immediatamente e il Distretto ha pienamente collaborato all’inchiesta. Il distretto condurrà anche un’indagine amministrativa. A causa delle leggi sulla riservatezza, non possiamo offrire ulteriori dettagli in questo momento.”