neonato

Bimbo di un anno e mezzo sviene durante la poppata in auto e muore in ospedale

Purtroppo, nonostante la corsa in ospedale, i medici non hanno potuto far niente per salvargli la vita

Lutto a Teramo per la scomparsa di una piccola creatura diventata un angioletto troppo presto. Un bimbo di un anno e mezzo sviene durante la poppata in auto. La corsa in ospedale nel tentativo di salvargli la vita. Ma, nonostante tutti i tentativi dei medici, per lui non c’è stato nulla da fare. Il piccolo muore in ospedale: quali sono le cause del decesso?

neonato
Fonte foto da Pixabay

Il piccolo di 19 mesi si è spento dopo una corsa disperata verso l’ospedale di Teramo. Si trovava in auto con i genitori. Visto che piangeva e si lamentava, la mamma, per tentare di calmarlo, ha deciso di allattarlo: pensava che avesse solo fame.

All’improvviso, però, il bambino, mentre prendeva il latte della mamma, è svenuto, ha perso completamente i sensi. I genitori, spaventati per l’accaduto, hanno immediatamente chiamato il 118, che ha detto loro di andare di corsa all’ospedale, mentre l’automedica li avrebbe raggiunti strada facendo, così da soccorrerlo velocemente.

Nonostante l’intervento del medico del 118, che ha visitato il bambino poco dopo la chiamata, e la corsa in ospedale, per il piccolo non c’è più stato niente da fare. Le sue condizioni sono apparse subito critiche al dottore che lo ha visto in auto.

I medici dell’ospedale non hanno potuto far altro che constatare il decesso del bambino: hanno fatto di tutto per aiutarlo a riprendersi, ma non sono riusciti a rianimarlo. Un piccolo angioletto che troppo presto è volato in cielo, dove veglierà sulla famiglia disperata per la sua perdita.

ambulanza

Bimbo di un anno e mezzo sviene mentre prende il latte della mamma e poi muore: quali sono le cause del decesso?

Adesso bisognerà aspettare l’esito dell’accertamento diagnostico del medico legale che, tramite un’autopsia in programma a breve, potrà dare risposte ai genitori chiusi nel silenzio per la scomparsa del loro bambino.

lutto
Fonte foto da Pixabay

Non si esclude che il bambino potesse avere una malformazione congenita.