Coincidenze della vita

Scopre che la bambina che aveva dato in adozione è la stessa ragazza di 24 anni che lavora al rifugio con lui. L'incredibile storia di un padre e una figlia che si ritrovano dopo 24 anni, pur essendo stati sempre vicini.

Home > Attualità > Coincidenze della vita

Will Russell è un uomo laborioso che dopo aver attraversato alcune situazioni molto difficili nella vita, ha deciso di dedicare la maggior parte del suo tempo ad aiutare i senzatetto. Anni fa, Will ebbe un bambino. Era ancora troppo giovane per essere padre e non aveva i mezzi finanziari necessari per dare al piccolo la vita che meritava.

Pensò attentamente e decise che sarebbe stato meglio darlo in adozione, così avrebbe avuto l’opportunità di avere una vita migliore. Attualmente lavora come pastore della chiesa. Will trascorre i suoi anni facendo del suo meglio nel Rifugio per la missione di salvataggio. Lì insegna alle persone a trovare una soluzione cristiana ai duri problemi quotidiani. Questo rifugio aiuta i senzatetto offrendo loro un tetto, cibo e dando loro la formazione necessaria per recuperare e trovare un lavoro. “Mi sono trovato un po’ perso nella vita, quindi ho deciso di lavorare qui e servire gli altri”. Nonostante il passare del tempo, Will non aveva dimenticato sua figlia. Ogni giorno pregava di ricongiungersi con lei. Non poteva immaginare che la vita avesse una bella sorpresa per lui. Non solo si sarebbe riunito con sua figlia, ma avrebbe anche scoperto di essere stato molto più vicino di quanto pensassero a lei. Will non vedeva Amy da 24 anni. Anche Amy Roberson viveva nella stessa città e quando decise di voler trovare suo padre scoprì presto il suo nome e il suo numero di telefono. Dopo averci pensato molto, decise di chiamarlo e dopo alcuni momenti emotivi decise di fare colazione insieme a lui il giorno dopo.

“È stato molto difficile per me fare quella chiamata. Ero molto nervosa ma era qualcosa che dovevo fare. ” Nel bel mezzo delle lacrime, padre e figlia hanno iniziato a parlare delle loro vite negli ultimi anni e in quel momento Amy gli ha detto che stava facendo volontariato esattamente nello stesso rifugio di lui.

“Ho pregato perché ciò accadesse. Quella telefonata era come se Dio mi stesse dicendo che mi stava ascoltando. ” Non solo condividevano gli stessi geni ma anche una profonda vocazione per aiutare i più bisognosi. In molte occasioni erano stati sul punto di coincidere nel Rifugio, ma erano sempre stati assegnati a diverse missioni.

Amy lavorava al Rifugio da un anno ormai. Ora padre e figlia pianificano di mantenere i contatti e continuano a lavorare insieme per aiutare i senzatetto. Cosa ne pensi di questa coincidenza inaspettata e bella? Condividi questa storia per celebrare i curiosi giri che la vita regala.