Come capire se piaci a un ragazzo

Vediamo come capire se piaci a un ragazzo: ci sono alcuni segnali che ce lo dicono in modo chiaro e inequivocabile, ecco quali.

Home > Attualità > Come capire se piaci a un ragazzo

Il corpo, maschile o femminile, si esprime con un linguaggio proprio che sa dire tante cose. I segni possono essere indice di disagio, di disapprovazione, di compiacimento o di interesse. Oggi proviamo a vedere insieme come capire se piaci a un ragazzo.

come capire se piaci a un ragazzo veramente

Il linguaggio del corpo è stato oggetto di studio per molte occasioni da diverso tempo. La comunicazione non verbale, infatti, dice la verità che, spesso, le parole non dicono. Quindi è ora di imparare a capire  i gesti, il comportamento di un uomo per sapere se gli piaci o no. Ricorda che il corpo non mente, quindi meglio dare più valore alla comunicazione non verbale che a quella verbale. Perché il corpo non mente? Semplicemente perché qualsiasi cosa pensiamo, a parole può essere non detta, ma fisicamente provoca delle reazioni che possono essere anche piccoli gesti, ma individuabili.

Secondo uno psicologo, Arthur Arun, servono dai 90 secondi ai 4 minuti per capire quanto ci interessa una persona e questa scelta, ovviamente, non dipende dalla parola ma dal linguaggio del corpo (55%), dal tono della nostra voce (38%) e solo un misero 7% dipende da quello che diciamo.

Osserva gli occhi

Gli occhi sono lo specchio dell’anima, lo sai vero? Quindi per capire se piaci a un ragazzo osservalo attentamente: guardalo dritto negli occhi e, se non si sottrae a questo sguardo e le sue pupille sono leggermene dilatate, hai fatto colpo! Se gira lo sguardo, guarda altrove e cerca una via di fuga, mi dispiace ma non è interessato. Anche le sopracciglia possono dirti qualcosa. Se le tiene sollevate per più secondi, non fa per te, ma se le alza e le riabbassa immediatamente, l’interesse si sta facendo sempre più intenso.

Osserva il suo comportamento

È in piedi e allarga il torace? È seduto e mette le mani dietro la testa? Vuol fare il disinvolto e mette le dita nella cintura? Proviamo a capire se piaci a un ragazzo che stai vedendo, cosa ti vuol dire! Se lui fissa continuamente l’orologio vuol dire che non vede l’ora di scappare e il suo comportamento esprime ansia: lascialo fuggire, non perdi nulla, non gli piaci.

Giocherella con oggetti tondeggianti? Attenzione questo è una vera e propria avance: desidera fare la stessa cosa con te! Ti offre uno dei suoi indumenti per tenerti calda durante una passeggiata in cui la temperatura è crollata? Non è solo il gesto di un gentleman, ti sta passando anche il suo odore perché è uno dei sensi più atavici dell’essere umano e, inconsciamente è ancora molto importante per le nostre sensazioni e fantasie. Quando l’uomo ha ben chiaro che sei la persona con cui vorrebbe passare dalle chiacchiere all’intimità, inizia a sentire caldo e provvede a togliersi il pullover, a slacciare la cravatta o i primi bottoni della camicia, segno evidente di quali sono le sue intenzioni.

La posizione del corpo cosa ci dice?

Quando si è interessati a qualcuno si cerca di attirare l’attenzione di quella persona e la posizione del corpo può dirci qualcosa. Se il ragazzo che ti piace si siede di fronte a te con braccia e mani ben aperte e lontane dal corpo sei sicura di aver fatto centro, gli piaci. Se invece si accarezza il mento e il viso in generale, sei sulla buona strada ma non hai ancora fatto colpo quindi continua a colpirlo ai fianchi. Le gambe accavallate indicano chiusura, se invece sono allungate o divaricate con i piedi ben piantati per terra vuol dire che è disponibile a darti la sua attenzione.

Ad esempio, per capire se piaci a un ragazzo puoi fare un test: si chiama mirroring. Basta mettere una mano sul tavolo e vedere se lo fa anche lui; toccati un orecchio e controlla se ti imita. In genere, quando una persona ci interessa, per entrare in comunicazione con questa tendiamo a fare gli stessi gesti, a copiare per entrare in sintonia, senza nemmeno rendercene conto.