Massimo Petrelli e Teresa Di Tondo

Coppia deceduta a Trani, Carabinieri sequestrano un coltello da cucina

Forse è l'arma con cui l'uomo ha ucciso la moglie

Proseguono le indagini sulla coppia deceduta a Trani. I Carabinieri hanno sequestrato un oggetto da cucina, che l’uomo potrebbe aver usato per porre fine alla vita della moglie, prima di farla finita nel giardino della villetta di campagna della famiglia. Un passo in avanti importante per capire cosa è successo in quella casa, in cui hanno perso la vita due genitori che lasciano orfana una ragazzina.

Massimo Petrelli e Teresa Di Tondo

L’arma potrebbe essere quella rivolta verso Teresa Di Tondo, la donna di 44 anni il cui corpo è stato trovato senza vita nella villa di campagna in cui si trovava insieme al marito di 52 anni, Massimo Petrelli. Gli agenti hanno trovato lui in giardino, si è tolto la vita con una corda.

La lama da cucina si trovava in casa. Secondo gli investigatori non ci sarebbero segni di effrazione o della presenza di altre persone all’interno della villetta. Quindi l’ipotesi di delitto è la più accreditata.

Gli inquirenti hanno già disposto l’autopsia sui due corpi. La villa è stata posta sotto sequestro. Gli investigatori stanno cercando di ricostruire le ultime ore di vita della coppia.

Teresa Di Tondo era un’educatrice e lavorava nel sociale, con una cooperativa. Studiava anche scienze della formazione. Il marito, invece, lavorava nel settore della lavorazione del marmo.

Coppia a Trani trovata senza vita

Coppia deceduta a Trani, continuano le indagini sulla villetta in campagna

A Trani si terrà una fiaccolata per le vie della città, per ricordare la donna: un evento organizzato dal Centro antiviolenza Save in collaborazione con il Comune. Amedeo Bottaro, sindaco di Trani, su Facebook esprime il cordoglio di tutta la comunità.

lutto
Fonte foto da Pixabay

Tutta la nostra comunità oggi è sconvolta da una tragedia incomprensibile. Negli ultimi anni attraverso le attività sviluppate come Ambito territoriale ed in particolare con il nostro centro antiviolenza, avevamo alzato la soglia di attenzione sul fenomeno della violenza di genere a fronte di una fragilità sociale sempre più dilagante.