Coronavirus: torna la “libertà” in Cina ma si sta verificando un fenomeno che sembra distruggere ogni speranza

Coronavirus: torna la "libertà" in Cina, e ritorna l'apparente normalità ma si sta verificando un fenomeno che sembra distruggere ogni speranza

Sebbene la crisi scatenata in Cina dalla pandemia di COVID-19 sia tutt’altro che finita, nell’epicentro originale dell’infezione sembra che si stia verificando un fenomeno che, apparentemente, distrugge ogni speranza di cambiamento di mentalità nell’umanità.

Senza voler essere pessimisti, il ritorno all’apparente normalità nelle principali città cinesi, sembra aver fatto dimenticare ai suoi cittadini la gravità del Covid-19 , nonché il dolore e le morti provocate nella popolazione.

Durante il fine settimana di vacanza del paese, si sono riscontrati luoghi pubblici affollati di persone che, anche con le loro maschere, si ammucchiavano l’una sull’altra, nonostante gli avvertimenti delle autorità sanitarie in merito al rischio che la pandemia di Coronavirus possa ripartire tragicamente con i contagi.

Un chiaro esempio di queste terribili folle si sono verificate nelle montagne del Parco Nazionale Huangshan nella provincia di Anhui, in Cina, dove migliaia di persone desiderose di respirare aria fresca si sono concentrate, dopo mesi di restrizioni di viaggio e rigide misure di confinamento.

Tale era l’ondata di persone desiderose di entrare nel sito turistico che, nelle immagini, si vede come nel giro di poche ore dalla sua apertura, alle 7:48 del mattino, le autorità hanno dovuto dichiarare che il parco aveva raggiunto la sua capacità di 20.000 persone e che non potevano accettare altri visitatori.

Inoltre, a Shanghai, la famosa passeggiata era piena di acquirenti e turisti compulsivi, dopo mesi di deserto. Anche i proprietari di ristoranti a Pechino erano felici, “facendo il loro agosto” con il numero di commensali che venivano ai loro tavoli.

Come se fosse stato un brutto sogno, in Cina non sembrava essere successo nulla. Dio ci aiuti.

“Vedere i locali di Pechino che affollano i parchi e gli spazi aperti della città, è incredibile”, ha detto un utente dei social media.

Il brusco ritorno all’apparente normalità dopo solo tre mesi dopo che il virus fu scoperto per la prima volta nella città cinese di Wuhan, è preoccupante. Da allora, questa infezione mortale si è diffusa in tutto il mondo, colpendo milioni di persone.

Al suo apice, migliaia di nuovi casi sono stati registrati in modo esponenziale in Cina ogni giorno. Tuttavia, nelle ultime settimane, il tasso di infezione è diminuito in modo significativo. Ma, mentre il governo allenta le restrizioni, per alcuni esperti come Zeng Guang, capo epidemiologo del Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie, la Cina non ha ancora visto la fine della pandemia.

Per questo motivo, ha fortemente raccomandato alla popolazione di continuare a praticare la prevenzione e di non prendere la situazione così alla leggera. “La Cina non è vicina alla fine, ma è entrata in una nuova fase. Con l’epidemia globale, la Cina non ha raggiunto la fine”, ha detto il medico.

Da parte sua, il governo ha lentamente iniziato a riavviare le industrie manifatturiere e i servizi del paese, poiché il crollo dell’attività ha colpito tutti i settori dell’economia, generando gravi danni, le cui conseguenze saranno catastrofiche e a lungo termine.

È importante che ci rendiamo conto che questo è un problema che ancora lungi dall’essere risolto, ma che riguarda tutti noi e, quindi, ha bisogno del nostro aiuto per prevenire la crescita accelerata di questo nuovo invisibile e letale visitatore.

 

Morte del bambino di 9 anni, trovato con una corda al collo nella sua cameretta: individuato il suo ultimo video su YouTube

Morte del bambino di 9 anni, trovato con una corda al collo nella sua cameretta: individuato il suo ultimo video su YouTube

Corriere salva bimbo di 5 mesi abbandonato su un marciapiede

Corriere salva bimbo di 5 mesi abbandonato su un marciapiede

Svolta nel giallo di Caccamo: c'è un arresto per omicidio e occultamento

Svolta nel giallo di Caccamo: c'è un arresto per omicidio e occultamento

Lutto nel mondo del cinema: l'attrice di 26 anni trovata senza vita

Lutto nel mondo del cinema: l'attrice di 26 anni trovata senza vita

Morte Roberta Siragusa, la mamma rompe il silenzio: le sue parole sono un colpo al cuore

Morte Roberta Siragusa, la mamma rompe il silenzio: le sue parole sono un colpo al cuore

Colori delle Regioni, come potrebbero cambiare domenica

Colori delle Regioni, come potrebbero cambiare domenica

Dolore e lacrime durante il funerale della piccola Antonella Sicomero: il commovente gesto per un ultimo addio e le parole dell'arcivescovo

Dolore e lacrime durante il funerale della piccola Antonella Sicomero: il commovente gesto per un ultimo addio e le parole dell'arcivescovo