costretti a separarsi

Sono stati indivisibili per 73 anni e giusto una settimana prima di natale, li hanno costretti a separarsi

Home > Attualità > costretti a separarsi

Intorno a Natale, è normale che i sentimenti positivi e il desiderio di condividere momenti intimi con la famiglia più vicina, emergano in gran parte del continente. Queste sono le date in cui desideriamo particolarmente stare accanto ai nostri cari, specialmente quando siamo lontani da loro.

E anche se nel corso degli anni, per molte persone può diventare un appuntamento, in cui la routine si interrompe, il vero significato di queste vacanze, per questa coppia non lo era. Avevano l’illusione di passare un anno insieme … un altro dei 73 che erano già stati insieme, senza separarsi l’uno dall’altra … Ma hanno rubato loro l’illusione, e con essa probabilmente la vita. È molto triste! Ed è che questa tenera coppia di anziani canadesi: Herbert, 91 anni, e Audrey Goodine, 89 anni, hanno il cuore spezzato. Questo perché sarebbero stati separati per la prima volta nella loro vita, poco prima di Natale. Quindi, dissero semplicemente ad Herbert che doveva lasciare il Victoria Care Care Home Care Center, dove aveva vissuto con sua moglie, per trasferirsi in una casa di cura. E doveva farlo proprio quel weekend. Questo è stato segnalato a lui dal Centro di cura, Perth – Andover, a New Brunswick, una provincia del Canada. Come previsto, la sua storia ha causato grande indignazione in tutto il paese e in tutta la rete. “Hanno parlato con i miei genitori ieri e ho sentito mia madre piangere e ho potuto sentire mio padre in sottofondo “, ha pubblicato sua figlia Dianne Phillips sul suo social network. “Questo è il peggior Natale che abbiamo mai avuto. Perché non potevano aspettare fino a dopo le vacanze? “Aveva dichiarato l’anziana. Dianne Phillips ha detto che ha ricevuto una chiamata il Venerdì dal dipartimento provinciale che sovrintende il centro di cura, dicendo che suo padre, la cui demenza era peggiorata di recente, doveva essere trasferito in una casa di cura, dove avrebbe potuto avere accesso alle cure specialistiche.


Dianne dice che non hanno avuto altra possibilità e che i funzionari della casa di riposo hanno preso la decisione da soli. Ha aggiunto che le sue richieste di ritardare il trasferimento di una sola settimana, con il solo scopo di  permettere ai loro genitori per trascorrere il Natale insieme, sono stati negati.

Un rappresentante della casa di cura ha anche risposto su Facebook: “Una volta che un residente oltrepassa un livello, devo seguire le regole e i regolamenti stabiliti dal governo. A questo punto, la decisione è stata presa ed è fuori della nostra competenza”. Gli anziani, che quando si sono conosciuti, avevano 18 anni lui e lei, 16 anni, sono sposati da 69 anni, sono stati nello stesso centro di cura per 3 anni. Il loro rapporto era tale che condividevano lo stesso letto.


Lunedì, un furgone è andato a cercare Herbert per portarlo nella nuova casa; Audrey, dalla finestra, lo guardò allontanarsi. Una scena che distrugge il cuore di tutti! Sento che la gente ha bisogno di sapere quanto è difettoso il nostro sistema. Le parole con cui lo descrive sono “immorali e crudeli”. Questo non dovrebbe mai accadere a un altro essere umano “, ha detto la donna.

Dianne ha invitato a condividere la sua pubblicazione in modo che più persone conoscano la poca umanità con cui hanno trattato i suoi genitori. In un’ultima pubblicazione, Phillips ha confermato il trasferimento del padre: “C’erano lacrime al momento di salutare mia madre e volti desolati stasera “, ha detto.


“Stiamo aspettando risposte che chiariscano come possa essere successo qualcosa del genere. Mio padre può avere bisogno di cure speciali, tuttavia, come ogni cittadino ha il diritto di godersi la vita, e passare questa stagione con sua moglie. La foto sembra più una punizione che un “Buon Natale” , la figlia degli anziani ha detto terribilmente angosciata.


Una decisione davvero sfortunata! Il genuino Grinch che è venuto a rubare il Natale di questi anziani, che non volevano altro che stare insieme la vigilia di Natale. E, naturalmente, un esempio di coppia per tutta l’umanità.