Dipendenza da giochi online

Era dipendente dai giochi online, i genitori hanno cercato di dissuaderlo ma forse non avevo dato troppa importanza alla cosa. Adesso per l'adolescente è troppo tardi, il papa ha trovato il suo corpo senza vita

Home > Attualità > Dipendenza da giochi online

Attualmente i giochi online stanno occupato gran parte del tempo di bambini e adolescenti. Ma può influire sulla salute mentale e fisica di giovani che rimangono nella rete per troppe ore? La risposta la conoscono bene i genitori di un adolescente tailandese, che ha finito con il perdere la vita a causa della sua “passione”.

Piyawat Harikun, era un ragazzo di 17 anni che viveva con i suoi genitori nella città di Udon Thani. All’adolescente piaceva dedicare ore ai giochi online, al punto di rimanere sveglio tutta la notte a giocare. Non solo ha trascurato il sonno, ma ha anche interrotto completamente i pasti. I genitori dovevano portare il cibo nella stanza per costringerlo a mangiare qualcosa.

Quando ha finito il suo anno scolastico in ottobre, e ha iniziato il suo periodo di vacanza, si è chiuso in camera sua, lasciandola raramente, tutto ciò che gli interessava era giocare. Quella che iniziò come forma di intrattenimento,  gli sfuggì dalle mani, fino a quando non divenne un problema per la sua salute.

I genitori si preoccuparono e cercarono di farglielo capire, ma il giovane li ignorò, era ancora immerso nella sua dipendenza dai videogiochi. Fino a quando un giorno, esattamente lunedì 4 novembre, il padre di Piyawat, entrò nella sua stanza e lo chiamò più volte, ma lui non rispose.

“Svegliati, svegliati, l’ho chiamato ma lui non ha risposto. Ho visto che era morto ”, disse amaramente il padre. Era disteso sul pavimento vicino alla sedia molto vicino al computer. Hanno fatto tutto il possibile per rianimarlo, ma era troppo tardi.

Secondo il rapporto pubblicato dai medici, Piyawat ha avuto un ictus a causa dell’estrema stanchezza. Quel giorno non si era nemmeno fermato a mangiare, i vassoi con il cibo e la soda che i suoi genitori gli avevano portato erano intatti vicino a dove giaceva il suo corpo.

“Mio figlio era intelligente e ha sempre avuto buoni voti a scuola, ma ha avuto un grosso problema con la sua dipendenza dai videogiochi. Ho cercato di avvertirlo delle lunghe ore di gioco e ha promesso di ridurle, ma era troppo tardi “, ha detto il genitore imbarazzato.

I genitori si rammaricano di non essere stati più severi e insistenti con il figlio di fermarsi in tempo. “Devono essere più severi con le ore di gioco dei loro figli, altrimenti potrebbero finire come mio figlio”, ha detto l’uomo ferito. Come è già noto da molti, la dipendenza dai videogiochi è una patologia conosciuta oggi come “disturbo del gioco”, ed è riconosciuta dall’Organizzazione mondiale della sanità.

E come tutte le malattie, la prevenzione e l’aiuto specializzato sono necessari per tutti coloro che ne soffrono, il punto focale è rilevarlo in tempo e come genitori limitarne l’uso abbastanza da impedire loro di cadere in dipendenze assurde come questa storia .