Dopo 51 anni di matrimonio muoiono di coronavirus a distanza di 6 minuti, tenendosi per mano

Avevano 74 e 72 anni, positivi al coronavirus e in isolamento nella propria casa, mostravano miglioramenti che facevano sperare nella loro guarigione. Giorni dopo sono stati la prova che un amore di 50 anni vive oltre ogni limite, ecco come sono stati trovati.

Home > Attualità > Dopo 51 anni di matrimonio muoiono di coronavirus a distanza di 6 minuti, tenendosi per mano

Stuart Baker, 74 anni e Adrian Baker, 72, erano come molte coppie anziane ai nostri giorni, una vera testimonianza di dedizione, amore e fedeltà. I nonni vivevano a Boynton Beach, in Florida, nella loro pacifica pensione, quando il virus mortale li ha sorpresi.

Erano perfettamente in salute, fino a metà marzo, quando Adrian iniziò con sintomi legati al coronavirus e poi toccò a sua moglie. Non vedendo alcun miglioramento, andarono insieme in ospedale, ma i dottori li rimandarono a casa con l’ordine di mettersi in quarantena.

Poiché non avevano sintomi gravi e i giorni si alternavano tra miglioramenti e peggioramenti, loro e i loro figli speravano che si sarebbero ripresi. Un medico li chiamava spesso per sorvegliarli, fino al 19 marzo, giorno in cui a Adrian venne la febbre alta e l’asma, le dissero di tornare in ospedale, dopo di che fu ricoverata. Tuttavia, Stuart, che non aveva la febbre, rimase a casa.

Ma fu allora che la lontananza di suo marito cominciò a martirizzava mentre viveva, nonostante il fatto che i suoi figli iniziassero a visitarla ogni giorno – più volte al giorno – e che provassero a tirarla su di morale, mentre li guardava dalla finestra! Gli inseparabili Stuart e Adrian erano sposati da 51 anni, erano felici e avevano portato 3 bambini nel mondo

Cinque giorni dopo hanno chiamato per confermare che Adrian era risultata positiva al coronavirus e che le sue condizioni erano serie, non sarebbe sopravissuta. Non volevano tormentare suo marito con la notizia, quindi decisero di portare anche lui in ospedale, dove fu immediatamente ammesso.

Con sorpresa dei suoi figli, 45 minuti dopo essere arrivati, li hanno chiamati per dire loro che anche il livello di ossigeno di Stuart era molto basso e che neppure lui sarebbero sopravvissuto. Tutta la famiglia, su consiglio dei dottori, decise che sarebbero stati trasferiti in un ospizio in modo che potessero avere un finale meno straziante degli altri. Furono sistemati nella stessa stanza, e in pochi minuti se ne andarono per sempre.

Sono morti domenica scorsa a 6 minuti di distanza, tenendosi per mano. Suo figlio, Buddy Baker, ha condiviso un video che è diventato virale su Twitter, la sua esperienza e come praticare il noto allontanamento sociale con i propri genitori, anche se è molto difficile da vivere, è stato un suo compito contenere il virus:

“In memoria di mia mamma e mio papà, prendete la decisione giusta, è difficile ma bisogna aiutate a fermare la diffusione di questo virus”, ha scritto a fianco del video. L’evento della partenza di questi ammirevoli nonni ha scioccato tutta la Florida e il loro funerale è stato trasmesso in diretta, emozionando migliaia di persone.

Hanno sollecitato il rigoroso rispetto delle regole di confinamento e di tutte le precauzioni suggerite dalle autorità. Se solo avessero risparmiato quell’orribile sofferenza anche solo ad un’altra famiglia, avrebbero fatto abbastanza, dissero.

All’interno del dramma della morte di questa coppia, hanno almeno la consolazione di essersene andati insieme per continuare ad amarsi per l’eternità.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI