emma uccisa

Emma Lovell, la giovane madre uccisa in casa da 4 adolescenti: anche il marito in ospedale

Australia, Emma Lovell la giovane madre uccisa in casa da dei malviventi: il marito è in buone condizioni di salute

Una vicenda davvero straziante è quella accaduta il giorno di Santo Stefano, in Australia. Purtroppo una giovane madre di soli 41 anni, chiamata Emma Lovell ha perso la vita in casa, durante un’irruzione, commessa da 4 adolescenti. Gli agenti sono riusciti ad arrestarli poco dopo.

emma uccisa

La donna in realtà si era trasferita con il marito ed i suoi due figli da poco. Vivevano nel Regno Unito ed aveva deciso di andare a vivere in Australia, per un’importante possibilità lavorativa.

Il giorno di Natale tutti insieme avevano passato la giornata in spiaggia, a giocare e a divertirsi. Per tutti loro stava per iniziare una nuova vita, ma è solo poche ore dopo che è avvenuto l’impensabile.

Tutto è iniziato la notte di Santo Stefano, nella nuova casa della famiglia che si trova a Brisbane. Emma e il marito hanno sentito i loro due cani di abbaiare e sin da subito hanno capito che stava accadendo qualcosa.

emma uccisa

La donna ha controllato la casa nell’app ed ha scoperto che qualcuno aveva aperto la porta d’ingresso. I due genitori si sono presto allarmati e sono andati a controllare.

Mentre i due giravano per la casa alla ricerca dei malviventi, si sono ritrovati davanti a due ragazzi, di giovane età. Uno di loro ha colpito Emma al petto e un altro ha colpito l’uomo sulla schiena.

Il decesso di Emma Lovell e l’arresto dei ragazzi

La figlia ha visto la gravità delle condizioni della madre ed ha chiesto il tempestivo intervento dei sanitari. Tuttavia, quando i medici sono arrivati in casa, per Emma era ormai troppo tardi.

Anche il marito è stato ricoverato in ospedale, ma per fortuna la sua ferita risulta essere lieve. Infatti a breve potrà anche tornare a casa e stare vicino ai figli, che stanno vivendo momenti di grande tristezza per la perdita subita.

emma uccisa

Gli agenti dopo l’arrivo nella casa e le prime indagini del caso, sono riusciti ad arrestare i 4 malviventi. Hanno tutti un’età compresa tra i 16 ed i 18 anni. Si sono giustificati dicendo che in realtà loro credevano che in casa non ci fosse nessuno.