Emmalyn Nguyen

Si sottopone a un intervento per aumentare il volume del suo seno, ma tutto ciò che né susseguito è un incubo senza fine, per lei e per tutta la sua famiglia.

Dicono che gli occhi sono lo specchio dell’anima e che dentro di essi risiede la vera bellezza, tuttavia alcune donne decidono di migliorare alcuni attributi senza immaginare il rischio che ciò comporta. Emmalyn Nguyen è una ragazza di 18 anni che ha deciso di sottoporsi ad un intervento di chirurgia estetica per aumentare il seno, ottenendo però un risultato molto negativo.

Ha subito un danno cerebrale e la sua famiglia ha avviato una causa contro il personale medico che ha curato l’intervento chirurgico.

L’operazione è stata eseguita dal Dr. Greenwood Village Geoffrey Kim.
La sua famiglia sottolinea che non avrebbero mai immaginato che l’intervento sarebbe andato storto. La madre della giovane donna, Lynn Fam, sottolinea che sua figlia era un’adolescente felice e dinamica prima, ora è costretta a letto e vive solo dell’attenzione dei suoi cari. Secondo la causa promossa dalla famiglia, Emmalyn non ha ricevuto l’attenzione necessaria  dopo che l’infermiera Rex Meeker le ha somministrato l’anestesia nel pomeriggio del 1 ° agosto dell’anno in corso.

L’intervento è stato eseguito presso il Center for Aesthetics and Plastic Surgery del Colorado. Emmalyn prima dell’intervento, fu informata che sarebbe durato solo un paio d’ore, ma il tempo passava e la signora Fam ebbe una brutta sensazione. Non era normale che un intervento di mastoplastica additiva durasse così a lungo.

Dopo diverse ore, il Dr. Kim informò la famiglia dello stato della ragazza, commentando quanto segue: “È andato tutto bene, l’unica cosa è che non abbiamo continuato con la procedura perché la sua frequenza cardiaca è diminuita, ma sta bene. Le serve solo molto tempo per svegliarsi. ” Sfortunatamente, tutte queste parole non erano altro che una falsa consolazione per non allarmare la famiglia per tutto ciò che la ragazza aveva sofferto in sala operatoria.

La famiglia è stata successivamente informata che Emmanly ha subito due arresti cardiaci durante i quali sono riusciti a rianimarla, ma ci sono stati danni neurologici. Nel 2007, Meeker fu coinvolto in una causa legale dopo che una giovane donna ebbe un danno cerebrale e morì un mese dopo. L’infermiera responsabile non fece la corrispondente richiesta di aiuto, quando alla fine chiamò il 911 l’adolescente fu trasferita all’ospedale avventista di Littleton.

Emmalyn è stata poco più di cinque ore in sala operatoria fino a quando non è stata portata in un altro ospedale.

Dopo 22 giorni in ospedale, è stata inviata in un centro di riabilitazione per recuperare. Attualmente, la giovane donna ha riacquistato conoscenza al minimo. Per adesso trascorrerà il resto dei suoi giorni senza la capacità di parlare, camminare, mangiare, semplicemente senza essere in grado di prendersi cura di se stessa.

Sebbene la famiglia di Emmalyn non potrà mai trovare conforto e godere della sua personalità e della sua presenza come sempre, sapendo che i responsabili non possono rovinare la vita di un altro paziente, possono stare più tranquilli.

Omicidio Willy, arrivati i risultati dell'autopsia: sono shock

Disinfettante Neoxinal, l'Aifa vieta l'uso e ritira alcuni lotti

Incidente a Crispano, papà di 44 anni ha perso la vita

Marco Del Rosso: 30enne muore nel giorno del suo compleanno

Antonio Logli si sposerà con l'amante per la quale ha ucciso Roberta Ragusa

Alex Zanardi sarà sottoposto ad un altro intervento di ricostruzione cranio-facciale

Dolore, rabbia e tante lacrime al funerale di Andrea Baima Poma