Fabio Provenzano accusato di omicidio stradale. Il funerale del piccolo Francesco.

Accusato il padre che si è schiantato mentre faceva una diretta Facebook, uccidendo suo figlio. Ieri, i funerali del piccolo Francesco. Ecco il commovente video e cosa hanno fatto per lui, i suoi amichetti.

Home > Attualità > Fabio Provenzano accusato di omicidio stradale. Il funerale del piccolo Francesco.

Sulla vicenda stanno ancora indagando le forze dell’ordine. Per il momento, Fabio Provenzano, l’uomo di trentanove anni che si è schiantato sull’autostrada A29 Mazara del Vallo- Palermo, con a bordo i suoi figli, è accusato di omicidio stradale. Questo padre stava guidando ad alta velocità, infatti non ci sono segni di frenate sulla strada, in prossimità dell’incidente.

Nel violento impatto, ha perso la vita suo figlio di tredici anni, mentre l’altro, di nove anni, è ricoverato in gravissime condizioni nel reparto di rianimazione dell’ospedale Villa Sofia di Palermo.

Anche Fabio Provenzano si trova in ospedale, sotto osservazione, ma fuori pericolo di vita. E sorvegliato dalle forze dell’ordine, per paura di una violenta reazione da parte dei familiari della ex moglie, mamma dei bambini.

Sono stati eseguiti sul 39enne i test per l’alcol e la droga, ma i risultati non sono ancora stati resi noti.

Le forze dell’ordine vogliono capire se l’uomo fosse alterato al momento dello schianto. La cosa che più ha scatenato indignazione, in questa vicenda, è il fatto che Fabio, pochi secondi prima dell’incidente, avesse pubblicato una diretta sul suo profilo social. Guardate, eccola qui:

Il video è in possesso dell Procura di Trapani, che lo sta analizzando. E’ da capire se il cellulare sia stato il motivo di distrazione dalla strada e di conseguenza, la causa dell’incidente e della morte di Francesco, il figlio tredicenne.

Nella giornata di ieri, sono stati celebrati i funerali di Francesco. La commozione alla chiesa Maria Santissima degli Agonizzanti di Partinico. Una scena indimenticabile. La mamma, i nonni e gli zii, seguiti da cori, striscioni, palloncini bianchi e gli amichetti del tredicenne, che hanno voluto accompagnare la bara con la bicicletta. Guardate il video:

Tanto dolore, insieme a tanta commozione.

In attesa di ulteriori aggiornamenti sulla condanna di Fabio Provenzano e sullo stato di salute dell’altro fratellino di nove anni.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI