I nostri figli rischiano di non avere le nostre foto né album da sfogliare

Perché i nostri figli non avranno delle nostre foto? Mettete giù i cellulari.

Home > Attualità > I nostri figli rischiano di non avere le nostre foto né album da sfogliare

I nostri figli avranno un album da sfogliare? Questa è la domanda che si è posto un Deejay. Una domanda più che lecita, perché oggi siamo tutti abituati a scattare le foto con il nostro cellulare. Anche quando abbiamo una macchina fotografica professionale, raramente stampiamo le foto.

figli-foto-nostre

Vi ricordate le lunghe attese dal fotografo per averne una in costume? O i servizi fotografici che ci facevano fare da piccoli i nostri genitori? Noi abbiamo il nostro album fotografico, con foto che mostrano la nostra crescita, mese per mese.

Sono gli album più preziosi che potremmo mai avere. Lo stesso discorso vale per gli album dei nostri nonni, dei bisnonni e addirittura foto degli inizi del ‘900. Tuttavia, raramente stampiamo le foto che facciamo con il cellulare.

album-foto

Siamo abituati a caricarle sui Social Network, pensando ingenuamente che ci saranno per sempre. Ma i Social non custodiranno le nostre foto. Per quanto la celebre frase “il web non dimentica” sia in parte vera, le foto sono un materiale prezioso e soprattutto personale.

Qual è il motivo per cui abbiamo deciso di non acquistare più le classiche macchine fotografiche con il rullino? Be’, c’è da dire che la comodità di avere il cellulare a portata di mano è unica. In un sol momento, possiamo scattare centinaia di foto, anche belle. Ma la loro bellezza non sarà eterna.

macchina-fotografica

Un cellulare può rompersi. Una chiavetta USB può perdersi (e può rompersi, proprio come il cellulare). I Social non ci saranno per sempre. Prima o poi, si evolveranno o saranno sostituiti da un altro meccanismo, come le carrozze con le auto o le candele con la luce elettrica.

Il nostro dovere di genitori è di lasciare in eredità ai nostri figli le foto della nostra vita, dei momenti più belli ed emozionanti. E non importa che queste foto non abbiano una risoluzione altissima. Perché ad emozionare sarà il contenuto.