Filip Kwansy: bambino di 7 anni vola in cielo poco dopo la madre realizzando il suo sogno

Filip Kwansy non ce l'ha fatta. È volato in cielo a soli 7 anni, raggiungendo in cielo la sua mamma e realizzando il suo sogno.

Home > Attualità > Filip Kwansy: bambino di 7 anni vola in cielo poco dopo la madre realizzando il suo sogno

Filip Kwansy non ce l’ha fatta. Il bambino di 7 anni si è arreso alla malattia che lo aveva colpito, raggiungendo la mamma che poco prima era volata in paradiso, quasi a volerlo accogliere quando sarebbe arrivato. Il papà rimane oggi solo, ma nel suo cuore una piccola consolazione: Filip Kwansy è morto potendo realizzare il suo ultimo grande desiderio di bambino.

Filip Kwansy

Aveva solo 7 anni Filip Kwansy. Eppure aveva già lottato tanto nella sua vita. A novembre 2011, quando aveva solo 2 anni, ha salutato la sua mamma Agnieszka, morta a 33 anni per un sarcoma che ha colpito il suo tessuto connettivo. La donna è stata sepolta nel suo paese natale, a Wadowice, città della Polonia situata a 50 km da Cracovia. Nel 2013 un’altra terribile diagnosi per la famiglia. A Filip è stata diagnosticata la neurofibromatosi di tipo 1 (NF1), una malattia genetica neurocutanea caratterizzata da macchie color caffelatte sulla pelle e da neurofibromi, noduli localizzati in varie parti del corpo. Grazie alle cure ha superato anche quell’ostacolo. Ma il destino è stato ancora una volta crudele con lui. A settembre 2016 gli è stata diagnosticata una leucemia mielomonocitica giovanile (Juvenile myelomonocytic leukemia, JMML), una rarissima forma di tumore che ha origine dalle cellule mieloidi che creano i globuli rossi, le piastrine e anche una parte di globuli bianchi. È stato sottoposto a trapianto di cellule staminali, a chemioterapia e gli è anche stata asportata la milza.

Il cancro si è presto diffuso in tutto il corpo, colpendo anche fegato e intestino. Gli ultimi mesi della sua vita il bambino ha vissuto al Great Ormond Street Hospital di Londra per delle cure palliative, così da rendere gli ultimi giorni della sua vita.

Dopo la morte della madre, il padre, Piotr Kwasny, si era risposato e si era trasferito a Colchester. Viste le condizioni del figlio, ha deciso di lanciare un appello per esaudire l’ultimo desiderio del figlio. Il papà, che soffre di spina bifida, di diabete, di ipertensione ed ha solo un rene e non può lavorare, ha lanciato una campagna di crowdfunding per raccogliere i soldi necessari per seppellire il figlio in Polonia, accanto alla mamma.

Era stato fissato il traguardo di 6.500 sterline. Ne hanno raccolte 41.495. Quando il figlio è morto, il papà ha voluto ringraziare tutti: “Il mio bambino ormai se ne è andato, ci sarà per sempre un posto vuoto accanto a me e nel mio cuore, ma non sarà mai dimenticato e lui sarà amato per sempre. Ho veramente apprezzato tutto il supporto da parte delle persone che mi consentiranno di esaudire il desiderio di Filip di poter riposare accanto alla madre“.