Genitori e 11 figli, positivi al coronavirus, ecco come lo combattono

I genitori e i loro 11 bambini sono tutti risultati positivi al coronavirus. Attualmente sono tutti in isolamento domiciliare, c'è tanta preoccupazione ma in realtà sono di ottimo esempio. Ecco come combattono il virus

Home > Attualità > Genitori e 11 figli, positivi al coronavirus, ecco come lo combattono

Una famiglia in Spagna si attiene ai regolamenti di quarantena dopo che tutti si sono dimostrati positivi per il COVID-19. Questa è la stessa situazione che molte famiglie in tutto il mondo stanno attraversando, ma il caso dei Cebrian Gervas è un po’ peculiare per il semplice fatto che si tratta di una coppia con 11 figli.

La Spagna è uno dei paesi più colpiti dal coronavirus con oltre 130.000 casi confermati. La situazione è piuttosto difficile ma fanno del loro meglio per rimanere positivi e mostrare il meglio dei sorrisi . Il primo a mostrare i sintomi e fare il test è stata Irene Gervas, la madre della famiglia. Poco dopo, tutti i bambini iniziarono a provare disagio in gola e presto si resero conto di aver contratto tutti il ​​virus.

I figli della coppia hanno tra 15 e 1 anno. Una volta che i test lo hanno confermato, hanno deciso di organizzarsi e sono riusciti con tutti i tipi di attività per evitare di scoraggiarsi o cadere nella disperazione. Jose María Cebrian, il padre, ha spiegato che è piuttosto sollevato perché nessuno ha mostrato sintomi gravi.

“I bambini si sono ammalati uno a uno. Alcuni si sono sentiti meglio rapidamente. Altri impiegano un po’ più di tempo a riprendersi”, ha spiegato Jose Maria.

Molti di loro hanno avuto febbre e persino vomito, ma dopo una giornata difficile si riprendono la mattina dopo con molta più energia e pronti a continuare a migliorare. Dal lunedì al venerdì si dedicano allo studio e alla ricezione di lezioni attraverso dispositivi elettronici.

La famiglia vive nella città di Valladolid, nel nord-est della Spagna. Mantenere una famiglia così numerosa in quarantena non è un compito facile. Nessuno ha lasciato la casa, tranne il quattordicenne incaricato di andare in farmacia con guanti e maschere. La famiglia riceve aiuto dai loro parenti e ordinano cibo a casa.

Le prospettive sembrano alquanto desolate, ma l’intera famiglia rimane positiva e soddisfano gli standard per uscirne al più presto.”Il medico ci ha detto che dovremmo almeno passare altre due settimane in questo modo. Se tutti noi dovessimo uscire dalla strada diventeremmo una pericolosa fonte di contagio ” , ha spiegato Jose Maria.

Speriamo che tutti i membri della famiglia Cebrian Gervas si riprendano il prima possibile.

Da quando hanno ricevuto le prove sono stati in quarantena. Molti dei suoi casi erano asintomatici, quindi è fondamentale ricordare di attenersi all’isolamento anche se non si hanno sintomi.

Questa famiglia sta dando il massimo e sono sicuri che ne usciranno. È l’atteggiamento positivo di cui tutti abbiamo bisogno. Non esitare a condividere il tuo caso.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI