Giovanni Zanier

Giovanni Zanier, funerali del ragazzino ucciso da una soldatessa USA ubriaca alla guida

Il 15enne è morto dopo essere stato investito

L’ultimo addio a Giovanni Zanier nei funerali organizzati per salutare il giovane ragazzino di 15 anni travolto in strada e ucciso da una soldatessa americana che si era messa alla guida della sua auto completamente ubriaca. Gli amici dell’adolescente si sono radunati per star vicino alla famiglia, mentre una comunità intera è distrutta dal dolore per questa grave perdita.

Giovanni Zanier

Si sono tenuti giovedì 25 agosto i funerali del 15enne travolto mentre tornava a casa a Porcia, in provincia di Pordenone, con la sua bicicletta. Compagni di scuola, amici e famigliari si sono stretti nel dolore per dire addio a Giovanni.

Tutti gli amici erano presenti al funerale e indossavano una bandana verde, il suo colore preferito, insieme a una maglietta con la scritta “Gio Love”. Un ultimo saluto presso la chiesa Beato Odorico di Pordenone, al quale hanno preso parte molte persone.

Presenti i famigliari, gli amici, i compagni di classe, tutta la città di Porcia, dove il ragazzino viveva. E c’erano anche il generale Ted Clark e altri ufficiale della base Usaf di Aviano, dove era in servizio la soldatessa americano che lo ha travolto in strada.

Tanti palloncini bianchi hanno accompagnato il feretro all’uscita della chiesa, per salutare per sempre il 15enne morto nella notte tra sabato 20 agosto e domenica 21 agosto, mentre tornava a casa con alcuni amici.

Julia Bravo in arresto

Giovanni Zanier ai funerali le toccanti parole degli amici e della mamma

Quando la mamma ha visto gli amici del figlio è scoppiata a piangere:

Non pensavo ci fosse così tanta gente che gli voleva bene.

Julia Bravo

I compagni di scuola di Giovanni non hanno mai lasciato la donna da sola, salutando l’amico con un messaggio letto in chiesa.

Caro Giovanni, noi, i tuoi amici, siamo qui per condividere questo dolore indescrivibile con la tua famiglia. Ti ricorderemo sempre con affetto e ti porteremo nel nostro cuore.