Femminicidio Giulia Donato

Giulia Donato uccisa a 23 anni dal compagno, che poi si è tolto la vita

Si tratta del primo femminicidio in Italia del 2023: le vittime sono Giulia Donato di 23 anni e il compagno Andrea, 32enne

Ancora un femminicidio suicidio che sconvolge il Paese. Il fatto risale a ieri, mercoledì 4 gennaio, quando gli agenti di Polizia di Genova hanno rinvenuto i corpi senza vita di due giovani in un appartamento nel quartiere di Pontedecimo. Andrea Incorvaia, guardia giurata di 32 anni, ha prima sparato alla sua compagna, Giulia Donato di 23 anni, e poi si sarebbe tolto la vita con la stessa pistola, un’arma regolarmente detenuta.

Femminicidio Giulia Donato
Credit: GENOVA TODAY

La piaga dei femminicidi in Italia non pare placarsi. L’anno appena concluso, il 2022, si è concluso con un dato scioccante per quanto riguarda le donne che hanno perso la vita in tale modalità. Sarebbero infatti 120. L’ultima in ordine temporale il 24 dicembre.

Quest’anno, purtroppo, non pare essere iniziato in maniera migliore. Nel pomeriggio di ieri, infatti, la notizia dell’ennesimo femminicidio è arrivata da Genova.

Le vittime sono Giulia Donato, una ragazza di soli 23 anni, e il suo compagno Andrea Incorvaia, che di anni ne aveva 32 e che di mestiere era una guardia giurata.

Ad accorgersi che qualcosa non andasse è stata la sorella del 32enne. La sera prima non era riuscita a mettersi in contatto con il fratello e ieri pomeriggio ha deciso di andare a controllare di persona nella casa di Giulia, sua cognata.

All’ingresso nell’appartamento, situato nel quartiere di Pontedecimo, la donna si è ritrovata davanti ad una scena agghiacciante. Entrambi i corpi del fratello e della cognata erano a terra in una pozza di sangue.

Femminicidio Giulia Donato

Sul posto sono subito arrivati gli agenti di Polizia, per effettuare tutti i rilievi del caso. Ora sarà disposta un’autopsia, ma è già chiaro che entrambi siano deceduti per ferite da arma da fuoco.

Le parole delle amiche di Giulia Donato

Femminicidio Giulia Donato

L’uomo avrebbe prima sparato alla compagna con la sua pistola di ordinanza regolarmente detenuta, e poi si sarebbe tolto la vita con la stessa arma.

I due erano fidanzati da circa un anno, ma per via della gelosia di lui, ultimamente si erano resi protagonisti di litigi anche abbastanza accesi.

Molto significative anche le testimonianze delle amiche di Giulia. Queste hanno raccontato che da quando lei si era messa con lui, si era allontanata da tutto e tutti.