Alessia e Giulia

Giulia e Alessia, la mamma è tornata in Italia: si attendono i funerali delle due sorelle

Castenaso si stringe alla famiglia

Si attendono a Castenaso i funerali delle due sorelle morte a Riccione travolte da un treno Frecciarossa che non ha dato loro scampo. Tutti piangono la prematura scomparsa delle giovanissime Giulia e Alessia: la mamma è tornata in Italia, dalla Romania, dove era tornata a vivere da qualche tempo.

Sorelle morte a Riccione travolte da un treno

Continuano gli accertamenti per capire le esatte dinamiche dell’incidente avvenuto alle 6.40 circa del mattino di domenica 31 luglio, mentre si trovavano in stazione a Riccione, dopo una serata passata in discoteca in Riviera. Stavano aspettando il treno per tornare nel bolognese.

Avevano appena telefonato il papà per tranquillizzarlo, che stava andando tutto bene, nonostante, a quanto pare dalle testimonianze raccolte dalla Polfer, la maggiore fosse stata derubata della borsa e del telefono. L’ipotesi è quella di un tentativo di salvataggio di una delle due, che era seduta sui binari e non si era accorta dell’arrivo del Frecciarossa.

Le sorelle di 17 e di 15 anni sono morte domenica scorsa, lasciando nello sconforto la famiglia e tutta una comunità che ancora si chiede come possa essere accaduta una cosa del genere. Mentre gli inquirenti continuano ad ascoltare le testimonianze di chi era presente e a visionare le immagini delle telecamere di sorveglianza della stazione romagnola.

A Castenaso, in provincia di Bologna, intanto è arrivata la mamma di Giulia e Alessia Pisanu. A ricordare le due sorelle in questi giorni con pensieri pieni d’amore, oltre che il papà, anche amici e amiche. E anche il parroco e il Sindaco del Comune nel bolognese.

Giulia e Alessia

Giulia e Alessia, la mamma è rientrata dall’Italia in queste ore

La mamma delle due sorelle di 17 e 15 anni è appena rientrata a Castenaso. Mesi fa, infatti, aveva lasciato la sua famiglia per tornare in Romania. Una situazione molto delicata anche per le due figlie avute in Italia.

Queste le parole della madre, Tatiana Popa, rientrata nel nostro paese:

È un dolore immenso, non trovo nemmeno le parole, una fatica terribile. Tante domande, tanti perché rimarranno senza risposta. Erano due ragazze molto responsabili, non me lo spiego.

Tante le domande che la famiglia si pone in queste ore, come ha detto il papà a chi in queste ore prova a dare conforto con la sua presenza.

Quel giorno non volevo che andassero in discoteca. Ma hanno insistito e alla fine mi hanno preso per sfinimento. Ho detto: “Ok, andate, semmai vi vengo a prendere io”. Non mi sentivo bene, non sono andato a prenderle stavolta.

Un dramma che ha coinvolto anche Stefania, la figlia 23enne di Tatiana, cresciuta da Vittorio come una figlia sua, che ha dovuto avvisare mamma e nonna in Romania.

Intanto si attende la data del funerale delle due ragazze, per l’ultimo addio che verrà sicuramente fatto insieme. In vita hanno sempre avuto un legame fortissimo. E anche l’ultimo addio potrà essere celebrato insieme.