Gli uomini pagano di più

La proprietaria di questo caffè ha deciso di addebitare il 18% in più agli uomini e il motivo non fa una piega.

Il tema dell’uguaglianza di genere, la difesa dei diritti di uomini e donne, sta diventando sempre più importante. Alcuni presentano un fanatismo che rasenta l’estremo e altri meno radicali richiedono l’equilibrio tra le due parti. Alex O’Brien, è la proprietaria di Handsome Her, una caffetteria vegana a Melbourn.

Dopo aver ascoltato una delle sue amiche che lavora in un’organizzazione senza scopo di lucro per il servizio femminile, ha deciso di affrontare un argomento direttamente correlato al diritto all’uguaglianza. come lo è il divario salariale tra uomini e donne. Pensava che un buon modo per farlo sarebbe stato stabilire lo sconto  del 18% alle donne, che è l’equivalente di quel divario salariale, per applicarlo al consumo di uomini durante una settimana di ogni mese … Lo ha fatto! Inoltre, ha organizzato posti preferenziali per le donne nei suoi locali. È un pagamento facoltativo, se gli uomini scelgono di non farlo non saranno buttati fuori dalla caffetteria, tuttavia, lei dice che non si sono rifiutati di pagarlo. Piuttosto, la vedono come un’opportunità per fare qualcosa di buono. Questa iniziativa ha causato commenti sui social network che non hanno atteso. Alcuni sostengono questa decisione, altri non sembrano molto d’accordo. Ci sono anche stati dubbi sul vero divario che esiste nei salari di uomini e donne. Questa donna d’affari, descrive se stessa come una femminista e quello che sta davvero cercando di fare, è di sensibilizzare sulle disuguaglianze che esistono nei diritti delle donne in relazione a quelli degli uomini.

Afferma che questa decisione è un’azione che suscita preoccupazione tra i cittadini e apre la possibilità di una discussione sana sull’argomento. Così come l’interrogatorio degli uomini sui privilegi che hanno sulle donne. Le entrate derivanti dalla raccolta di questo premio vanno direttamente all’organizzazione dei servizi per le donne. Alex progetta di ruotare le donazioni 4 volte l’anno. La donazione per il mese di agosto sarà per Elizabeth Morgan House, che aiuta donne e bambini aborigeni.

Un cartello pubblicato nella caffetteria rende visibili le regole della casa. Rileva che la maggiorazione del 18% riflette il divario salariale di genere nel 2016. Secondo i dati dell’Australian Bureau of Statistics ratifica le disposizioni di un rapporto dell’Agenzia per l’uguaglianza di genere sul luogo di lavoro nel 2016, che indica che il divario retributivo di genere a tempo pieno è di circa il 18%.

Ciò significa che le donne guadagnano solo l’82% in media rispetto ai salari degli uomini, il che si traduce in ulteriori 65 giorni di lavoro all’anno per le donne a parità di salario degli impiegati maschi. Tuttavia, i critici del concetto di divario salariale di genere commentano che si tratta di una figura parziale, perché fa la media degli stipendi di tutte le professioni.

Dati recenti mostrano che per il Regno Unito, il divario salariale è del 28,6% per tutti i posti di lavoro, con una diminuzione fino a solo lo 0,8% per i posti di lavoro allo stesso livello all’interno della stessa azienda e lo stesso ruolo da svolgere. L’Act of Discrimination Act of Australia del 1984 afferma che non è legale discriminare le persone sulla base del loro sesso. Pertanto è vietato fornire beni o servizi o assegnare strutture fisiche che promuovono questa discriminazione.

Chiunque frequenta questa caffetteria conosce le regole dal momento in cui entra, e sa che questo premio è un pagamento facoltativo e si rivolge a organizzazioni senza scopo di lucro che si comportano bene aiutando la comunità. Condividi questa storia con i tuoi amici e familiari, può essere una buona iniziativa per argomenti che richiedono interesse e attenzione da parte della comunità.

Pesava 335 chili, ma adesso ne pesa solo sessantanove. Ecco com'è diventata

La lettera mai inviata trovata sul computer di Antonio De Marco

Dmitriy Stuzhuk: muore influencer del fitness di Covid-19 negazionista del virus

Il comitato tecnico scientifico riunito: parrucchieri ed estetiste salvi?

Antonio Ricci positivo al Coronavirus: ricoverato all'ospedale di Albenga

Morta la mamma della cantante Serena Brancale: il suo messaggio

Lucia Azzolina, niente chiusura scuole: "Le lezioni in presenza sono un diritto"