Guadare con gli occhi di un bambino

I bambini sono fantastici e sono spesso in grado di vedere cose che gli adulti non realizzano. Non so se questa storia sia vera al cento per cento ma volevo condividerla per ricordare che non dovremmo dimenticare che c’è tanto oltre le apparenze. A volte piccoli commenti possono rendere felice uno sconosciuto.



ACQUISTA TAPPETINO FRESCO

La madre di questa storia ha ricevuto una grande lezione da suo figlio di 6 anni. Madre e figlio avevano due punti di vista completamente diversi rispetto all’uomo su una sedia a rotelle con cui si erano incontrati. A volte vorrei che più persone pensassero come i bambini, in questo modo il mondo sarebbe un posto migliore in cui vivere. “Qualche anno fa ero con mio figlio di 6 anni in un centro commerciale. Eravamo in un negozio di giocattoli dove i giocattoli erano così tanti che si accumulavano dal pavimento al soffitto. All’interno del negozio abbiamo visto un giovane con la barba, che era su una sedia a rotelle, ho immaginato fosse a causa di un incidente visto che gli mancavano entrambe le gambe e aveva diverse cicatrici sul viso. Quando mio figlio vide il ragazzo sulla sedia a rotelle disse ad alta voce: Guarda quell’uomo, mamma! In quel momento sono diventata rossa dalla vergogna, ho pensato che mio figlio nella sua innocenza, ovviamente non si fosse reso conto di quanto fosse stato scortese a segnalare quell’uomo. Il ragazzo lo sentì e si giro a guardarci. Ho fatto quello che qualsiasi madre avrebbe fatto in quella situazione e gli ho detto che era scortese puntare il dito sulle persone. Mio figlio non mi fece troppo caso, lasciò andare la mia mano e corse verso il ragazzo su la sedia a rotelle, si fermò di fronte a lui e disse: “Mi piace moltissimo il tuo orecchino! Dove l’hai trovato?”

Risultati immagini per negozio giocattoli

Sul volto del ragazzo apparve un grande sorriso e il suo viso si illuminò. Il giovane fu molto contento del commento di mio figlio. Poi hanno continuato a parlare per qualche minuto dell’orecchino e di altre cose.

Quello che è successo ha lasciato un segno su di me. Dove io avevo visto cicatrici e una sedia a rotelle, mio ​​figlio di 6 anni ha visto un ragazzo molto interessante. Fu così che un’attimo dopo mi vergognai di me stessa.